Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

coxartrosi

Coxartrosi: Artrosi dell’anca

Stile di vita sano e Nutrizione
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 03-11-2023

La coxartrosi, conosciuta anche come artrosi dell’anca, è una condizione medica degenerativa che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. L’ articolazione dell’anca svolge un ruolo cruciale nella mobilità e nell’equilibrio del corpo umano, il manifestarsi dei primi sintomi di coxartrosi può quindi avere un impatto significativo sulla vita quotidiana.

In questo articolo approfondiremo le cause, i sintomi e le opzioni di trattamento per la coxartrosi, fornendo informazioni preziose per coloro che cercano di comprendere meglio questa patologia e gestirla in modo efficace. Scopriremo anche suggerimenti per il miglioramento della qualità della vita per coloro che affrontano questa sfida quotidiana.

Coxartrosi: Cos’è?

La coxartrosi è una condizione articolare degenerativa che colpisce l’ articolazione coxo-femorale.
La cartilagine che riveste le estremità ossee dell’anca si degrada progressivamente, questo processo danneggia la superficie articolare, portando alla riduzione dello spessore della cartilagine e provocando il progressivo sfregamento tra la testa del femore e la capsula acetabolare circostante. Con il tempo, questo sfregamento può causare dolore, infiammazione e limitazioni nella mobilità dell’anca, influenzando negativamente la qualità di vita dei pazienti affetti da coxartrosi.

La cartilagine infatti, svolge un ruolo fondamentale nell’assicurare una superficie liscia e ammortizzante all’interno delle articolazioni, consentendo movimenti fluidi e privi di dolore.

Inoltre, nel corso del tempo, possono verificarsi anche cambiamenti strutturali nell’osso circostante e nei tessuti molli, contribuendo ulteriormente alla progressione della patologia e all’impedimento della normale mobilità.

Artrosi dell’Anca: Primi sintomi

I sintomi dell’artrosi dell’anca possono variare da persona a persona e talvolta possono peggiorare nel corso del tempo. I sintomi comuni includono:

  • Dolore all’anca: Il sintomo più comune è il dolore persistente all’anca, che generalmente è localizzato all’altezza dell’ inguine, ma può anche estendersi nel lato interno e nella parte anteriore della coscia. Questo dolore può peggiorare durante l’attività fisica e limitare la capacità di camminare o salire le scale.
  • Rigidità articolare: L’artrosi può causare una sensazione di rigidità nell’articolazione dell’anca, specialmente al mattino o dopo un periodo di inattività. Questa rigidità può rendere difficile il movimento e la flessibilità dell’anca.
  • Limitazioni funzionali: La coxartrosi può limitare le attività quotidiane come camminare, alzarsi da una sedia o addirittura mettersi le scarpe. La ridotta gamma di movimento nell’anca causata dall’artrosi, rende più difficile svolgere tutte quelle attività che una volta erano facili.
  • Debolezza muscolare: La coxartrosi può portare alla debolezza dei muscoli circostanti l’anca poiché il dolore e la limitata mobilità possono ridurre l’uso normale dell’articolazione.

Cause dell’artrosi dell’anca

La coxartrosi è una condizione che tende a colpire principalmente le persone tra i 40 e i 60 anni, con una frequenza più elevata tra le donne e coloro che presentano problemi di sovrappeso o obesità. Questa forma di artrosi può essere categorizzata come primaria, quando è influenzata da una predisposizione genetica, o come secondaria, quando si sviluppa in seguito a traumi o episodi traumatici che hanno coinvolto l’articolazione dell’anca.

In linea generale, le cause e i fattori di rischio associati all’artrosi dell’anca includono:

  • Invecchiamento: L’ età avanzata è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo della coxartrosi. Con il tempo, l’usura naturale della cartilagine articolare può contribuire alla sua degenerazione.
  • Genetica: L’ereditarietà gioca un ruolo significativo nella predisposizione alla coxartrosi. Se ci sono casi di artrosi dell’anca nella famiglia, si può avere un maggiore rischio di sviluppare la stessa condizione.
  • Traumi o lesioni: Lesioni passate all’articolazione dell’anca, come fratture dell’anca o lussazioni, possono aumentare il rischio di sviluppare artrosi nell’area colpita.
  • Malformazioni anatomiche: Anomalie anatomiche nell’articolazione dell’anca, come la displasia dell’anca, possono predisporre all’artrosi. Queste malformazioni possono causare una distribuzione non uniforme delle forze nell’articolazione, contribuendo all’usura della cartilagine.
  • Obesità: Il peso corporeo eccessivo esercita una pressione aggiuntiva sull’articolazione dell’anca, aumentando il rischio di usura della cartilagine e l’insorgenza della coxartrosi.
  • Stili di vita eccessivamente attivi o sedentari: Attività fisiche eccessivamente intense o una vita sedentaria possono influenzare la salute dell’articolazione dell’anca. L’eccesso di stress o la mancanza di esercizio fisico equilibrato possono contribuire al deterioramento della cartilagine.
  • Malattie infiammatorie: Condizioni infiammatorie dell’articolazione, come l’artrite reumatoide, possono aumentare il rischio di sviluppare artrosi dell’anca nel tempo.
  • Fattori occupazionali: Alcuni lavori che comportano movimenti ripetitivi dell’anca o sollevamento di pesi eccessivi possono aumentare il rischio di artrosi nell’articolazione dell’anca.

Diagnosi dell’artrosi dell’anca

La diagnosi dell’artrosi dell’anca è un processo fondamentale per identificare la gravità della condizione e pianificare un trattamento adeguato. L’ortopedico inizia con un’accurata anamnesi volta a raccogliere informazioni sulla storia clinica del paziente, inclusi sintomi, precedenti traumi o interventi chirurgici, e fattori di rischio come l’età e la predisposizione genetica. Successivamente effettuerà un esame fisico, al fine di esaminare l’articolazione dell’anca, valutare la sua mobilità e cercare segni di dolore, gonfiore o deformità.

Per confermare la diagnosi, vengono poi utilizzati esami di imaging come radiografie, risonanza magnetica (RM) o tomografia computerizzata (TC). Le radiografie possono mostrare chiaramente l’usura della cartilagine e altre alterazioni nell’articolazione dell’anca. La RM e la TC forniscono immagini più dettagliate e possono essere utilizzate per valutare danni ai tessuti molli circostanti e allo stesso osso.

In alcuni casi, il medico può anche eseguire una puntura articolare, nota come artrocentesi, per prelevare un campione del liquido sinoviale dall’articolazione dell’anca. Questo campione può essere analizzato per escludere altre condizioni come l’artrite reumatoide o l’infezione.

La diagnosi accurata dell’artrosi dell’anca è fondamentale per sviluppare un piano di trattamento personalizzato e adottare le misure necessarie per gestire i sintomi e migliorare la qualità di vita del paziente.

Coxartrosi dell’Anca: Rimedi e terapie

La gestione della coxartrosi comprende una serie di opzioni terapeutiche che possono essere adottate in base alla gravità della condizione e alle esigenze individuali del paziente. Ecco un elenco di possibili trattamenti:

  1. Alimentazione: Una dieta equilibrata può contribuire alla gestione della coxartrosi, specialmente se esiste la necessità di perdere peso. Inoltre, l’integrazione di alimenti ricchi di nutrienti come la vitamina A, C, K, B12 e Omega-3 possono favorire la salute delle articolazioni.
  2. Attività fisica: L’esercizio fisico mirato è essenziale per migliorare il supporto muscolare dell’articolazione dell’ anca. Tuttavia, è fondamentale consultare uno specialista per determinare il tipo di attività e gli esercizi più adatti alla situazione specifica.
  3. Fisioterapia: La fisioterapia è un trattamento ampiamente utilizzato per rinforzare i muscoli circostanti l’articolazione colpita dalla coxartrosi. Gli esercizi personalizzati possono contribuire a migliorare la mobilità e la stabilità dell’articolazione.
  4. Farmaci: Per il controllo del dolore vengono spesso prescritti antinfiammatori non steroidei (FANS), comunemente utilizzati per ridurre l’infiammazione.
  5. Trattamenti conservativi: Altri approcci conservativi includono l’uso di medicina generativa, come le infiltrazioni con acido ialuronico, che possono contribuire a migliorare la funzionalità dell’articolazione. Alcuni individui possono beneficiare di una dieta ricca di glucosamina e condroitina solfato, per aiutare a mantenere la salute delle cartilagini.
  6. Protesi d’ anca: Nei casi più gravi di coxartrosi, quando il dolore e la limitazione della mobilità diventano insopportabili, può essere necessario considerare la sostituzione dell’anca con una protesi articolare. Questa opzione è riservata per situazioni in cui gli altri trattamenti non sono più efficaci.

È importante sottolineare che il trattamento dell’artrosi dell’anca dovrebbe essere personalizzato in base alle esigenze e al livello di gravità del paziente, e dovrebbe essere supervisionato da un professionista medico specializzato nell’area ortopedica o reumatologica.

Integratori per Coxartrosi dell’Anca: Articoss di T-Rex Integratori

Articoss è un integratore alimentare a base di Glucosammina, Collagene, Condroitina, MSM, Acido Ialuronico ed Artiglio del Diavolo, Selenio, Zinco, Prolina, Manganese e con l’aggiunta di Vitamina C e Vitamina D. L’azione sinergica vitamine, minerali e delle erbe officinali è concepita per il mantenimento delle articolazioni, delle ossa e delle cartilagini.

Grazie al suo complex di principi attivi che lavorano in sinergia, questa formula:

  • Con Artiglio del diavolo, Glucosammina, Condroitina e Collagene contribuisce al mantenimento di ossa, cartilagini e alle funzioni muscolari.
  • Al mantenimento della normale funzione del sistema immunitario durante e dopo uno sforzo fisico intenso.
  • Alla normale formazione del collagene per la normale funzione dei vasi sanguigni;
  • Alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo (svolge ruolo di antiossidante).

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello