Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

dermatiti

Dermatiti: Tipologie e Trattamento

Scienza
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 05-03-2024

Le dermatiti rappresentano una vasta gamma di condizioni cutanee infiammatorie che possono manifestarsi in forme diverse e con sintomi variabili. Queste affezioni possono colpire persone di tutte le età e possono essere scatenate da una serie di fattori, tra cui allergie, irritazioni, infezioni. Navigare attraverso le diverse tipologie di dermatiti e trovare il trattamento più efficace può essere una sfida, ma con una comprensione approfondita delle varie forme e delle opzioni terapeutiche disponibili, è possibile gestire efficacemente queste condizioni e migliorare la qualità della vita dei pazienti. In questo articolo esploreremo le principali tipologie di dermatiti e le strategie di trattamento per affrontare tali patologie cutanee in modo efficace e mirato.

Cos’è la Dermatite?

La dermatite è un disturbo comune della pelle caratterizzato da un processo infiammatorio, che può manifestarsi con diversi gradi di gravità a seconda dei fattori scatenanti. Le cause possono variare, comprendendo esposizione a sostanze irritanti, predisposizione genetica, problemi immunitari, allergie alimentari, stress e altri elementi. Identificare con precisione la causa della dermatite può essere sfidante sia per il paziente che per il medico, poiché le sue manifestazioni possono essere molteplici e spesso non immediatamente riconducibili a una singola causa.

La diagnosi di solito si basa sui sintomi, sull’aspetto e sull’estensione delle lesioni cutanee, anche se talvolta possono essere necessari esami più approfonditi su campioni cutanei. È fondamentale per il medico raccogliere una storia clinica dettagliata del paziente per identificare eventuali esposizioni a sostanze irritanti, allergie, infezioni o l’uso di farmaci o creme che potrebbero aver contribuito allo sviluppo della dermatite.

Tipologie di Dermatiti

Le dermatiti comprendono una vasta gamma di condizioni cutanee infiammatorie, ciascuna con caratteristiche distintive che la differenziano dalle altre. Queste tipologie di dermatiti possono manifestarsi con sintomi e segni specifici, determinati dalle cause sottostanti e dalla risposta individuale della pelle. Esplorare le varie tipologie di dermatiti è fondamentale per una diagnosi accurata ed un trattamento mirato. Nei paragrafi successivi, analizzeremo alcune dei tipi più comuni di dermatiti, delineando le loro caratteristiche distintive.

Dermatite Atopica

La dermatite atopica, nota anche come eczema costituzionale, rappresenta un’infiammazione cronica e recidivante della pelle, caratterizzata da prurito persistente e arrossamento cutaneo evidente. Il prurito associato alla dermatite atopica può interferire con il sonno notturno, compromettendo la concentrazione durante lo studio o il lavoro, e influire negativamente sulla quotidianità, specialmente quando le lesioni sono visibili. Sebbene possa manifestarsi fin dalla nascita o nei primi anni di vita, la dermatite atopica può comparire anche improvvisamente nell’età adulta. Le sue localizzazioni tipiche includono mani, piedi, pieghe dei gomiti e delle ginocchia, polsi, caviglie, viso, collo, torace e intorno agli occhi.

Le cause della dermatite atopica sono multifattoriali, coinvolgendo fattori genetici, ambientali e immunologici. La compromissione della barriera cutanea aumenta la sensibilità agli allergeni ambientali, mentre fattori come il cambiamento stagionale e lo stress possono esacerbare i sintomi. I sintomi caratteristici includono chiazze rosse sulla pelle secca e pruriginosa, spesso ricoperte da vescicole, escoriazioni o croste, con prurito che tende ad aggravarsi durante la notte.

Dermatite Seborroica

La dermatite seborroica è caratterizzata da un’infiammazione delle aree ricche di ghiandole sebacee, come il cuoio capelluto, i solchi naso-genieni, le zone retroauricolari, le arcate sopraciliari e la zona sternale. In forma lieve, questa dermatite si manifesta con squame che si staccano facilmente dal cuoio capelluto, comunemente conosciute come forfora. Tuttavia, in forme più severe, possono comparire placche eritematose coperte da squame untuose dal tipico colore giallo.

Sebbene le cause non siano completamente definite, è noto che un’eccessiva proliferazione di lieviti del genere Malassezia, normalmente presenti sulla cute, può contribuire alla desquamazione e all’infiammazione. Questa condizione può essere scatenata da squilibri ormonali, stress psicofisico e predisposizione genetica. Tra i sintomi della dermatite seborroica ci sono la formazione di squame bianco-giallastre che si staccano dalla pelle, irritazione, prurito e secchezza cutanea intensa.

dermatiti

Dermatite da Contatto

La dermatite allergica da contatto è una reazione cutanea scatenata dal contatto con sostanze chimiche o naturali, noti come allergeni, che provocano una risposta immunitaria. Questa condizione può manifestarsi con chiazze rosse eritematose, vescicole-bolle e croste, accompagnate spesso da prurito intenso. I metalli, i coloranti, le resine, i preservanti e gli oli ed essenze di piante sono solo alcune delle sostanze che possono scatenare questa reazione, che può interessare qualsiasi parte del corpo in relazione al tipo di allergene coinvolto.

La dermatite irritativa da contatto, invece, è un’ infiammazione cutanea causata da stimoli chimici o fisici.Solitamente colpisce aree esposte al contatto esterno come mani, collo e volto, ma può verificarsi anche in specifici contesti, come la dermatite da pannolino, dovuta al contatto prolungato con feci e urine. Tensioattivi, solventi, acidi e sostanze rilasciate da alcune piante sono solo alcuni esempi di agenti irritanti che possono scatenare questa condizione. I sintomi possono variare da chiazze arrossate, vescicole ed erosioni cutanee, a desquamazione e formazione di croste, spesso accompagnati da sensazioni di bruciore, calore o prurito.

In entrambe le forme di dermatite da contatto, è importante evitare il contatto con gli agenti scatenanti e adottare misure per alleviare i sintomi e prevenire le complicanze, come l’uso di creme emollienti e la protezione della pelle.

Dermatite da Stress

La dermatite da stress è una condizione cutanea che può manifestarsi in risposta a situazioni di stress emotivo o psicologico. Sebbene il legame esatto tra lo stress e la dermatite non sia completamente compreso, si ritiene che lo stress possa influenzare il sistema immunitario e scatenare una reazione infiammatoria della pelle. Questa condizione può manifestarsi con chiazze rosse, prurito, secchezza cutanea e irritazione, e le aree più colpite spesso includono il viso, il collo, le mani e le braccia. La gestione della dermatite da stress può implicare sia l’adozione di strategie per affrontare lo stress, come la meditazione o la terapia cognitivo-comportamentale, sia l’uso di creme idratanti e trattamenti specifici per alleviare i sintomi cutanei.

Dermatite Erpetiforme

La dermatite erpetiforme, anche conosciuta come dermatite di Duhring, è una rara condizione cutanea autoimmune che è strettamente associata alla celiachia. È caratterizzata da una eruzione cutanea pruriginosa che si presenta tipicamente su gomiti, ginocchia, glutei e cuoio capelluto, ma può verificarsi anche su altre parti del corpo. Questa eruzione è caratterizzata da piccole vescicole e papule eritematose che si sviluppano in grappoli. La dermatite erpetiforme è causata da una reazione immunitaria al glutine, una proteina presente nel grano, nell’orzo e nella segale, che porta alla formazione di depositi di immunoglobulina A (IgA) nella pelle. Il trattamento principale coinvolge l’eliminazione del glutine dalla dieta e l’uso di farmaci per alleviare il prurito e controllare l’infiammazione cutanea.

Diagnosi della Dermatite

La diagnosi della dermatite avviene principalmente attraverso un esame obiettivo condotto durante una visita dermatologica. In casi in cui si sospetti un’allergia come causa della condizione, possono essere eseguiti test specifici per identificare gli allergeni responsabili della dermatite.

Non esistono precauzioni specifiche per prevenire le diverse forme di dermatite, ma è possibile adottare buone pratiche per la cura della pelle. Evitare lavaggi eccessivi con prodotti aggressivi può aiutare a preservare la barriera cutanea. Mantenere la pelle ben idratata è importante per prevenire l’irritazione, mentre l’uso di indumenti in cotone anziché fibre sintetiche può contribuire a ridurre il rischio di reazioni cutanee.

Dermatiti: Cura e Trattamento

Le cure e i trattamenti per la dermatite dipendono dalla causa sottostante e dalla gravità dei sintomi. In generale, l’approccio terapeutico mira a ridurre l’infiammazione, alleviare il prurito e prevenire le recidive.

Le opzioni terapeutiche includono l’uso di creme idratanti e emollienti per mantenere la pelle ben idratata e proteggerla dalla disidratazione. In casi di dermatite allergica o irritativa da contatto, è fondamentale identificare ed evitare l’esposizione agli allergeni o agli agenti irritanti responsabili. I farmaci topici, come corticosteroidi o calcineurin-inibitori, possono essere prescritti per ridurre l’infiammazione e il prurito. Nei casi più gravi o resistenti al trattamento topico, possono essere necessari farmaci sistemici, come corticosteroidi orali o immunosoppressori. Per la dermatite atopica, la gestione prevede spesso l’uso di emollienti per mantenere la pelle idratata, insieme a corticosteroidi topici per controllare l’infiammazione. Inoltre, possono essere prescritti antistaminici per ridurre il prurito e antibiotici per trattare eventuali infezioni cutanee secondarie. Altre opzioni terapeutiche per la dermatite comprendono la fototerapia, che utilizza la luce ultravioletta per ridurre l’infiammazione, e terapie complementari come l’uso di oli naturali o integratori alimentari ricchi di acidi grassi omega-3.

ATTENZIONE: È importante consultare sempre un medico o un dermatologo per una valutazione accurata e un piano di trattamento personalizzato in base alle specifiche esigenze e alla gravità della condizione cutanea.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello