Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
PROMO 1x CHOCO NUTS IN REGALO
Arriva a 19.90€ di prodotti aggiunti in carrello
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione sempre Gratuita

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione sempre Gratuita

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

dieta sirt

Dieta SIRT: La Dieta del Gene Magro

Dimagrimento
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 02-02-2024

La Dieta SIRT, conosciuta anche come la “Dieta del Gene Magro”, è un approccio nutrizionale basato sull’incorporazione di alimenti pensati per attivare le sirtuine. Queste proteine sono coinvolte in una vasta gamma di processi metabolici e nel rallentamento dell’invecchiamento cellulare.

Ideata dai nutrizionisti Aidan Goggin e Glen Matten, questa dieta promette una significativa perdita di peso già nella prima settimana, seguito dalla possibilità di mantenere un peso ideale nel lungo termine. Tuttavia, come spesso accade con le diete che promettono risultati veloci, è importante notare che la Dieta SIRT non è esente da controindicazioni. Al momento, mancano evidenze scientifiche concrete che confermino una diretta correlazione tra sirtuine e dimagrimento, sollevando dubbi sulla sua sostenibilità a lungo termine. In questo articolo, esploreremo più approfonditamente la Dieta SIRT, esaminando i suoi principi, i potenziali benefici e le criticità che la circondano.

ATTENZIONE: Le informazioni fornite in questo articolo sono puramente informative e non devono sostituire il parere professionale di un medico o di un nutrizionista per quanto concerne all’alimentazione.

Cos’è la Dieta SIRT?

La dieta SIRT, o “del gene magro”, è un regime alimentare focalizzato sull’assunzione di un gruppo di proteine note come sirtuine. Le sirtuine, prodotte fisiologicamente dall’organismo, svolgono diverse funzioni chiave, tra cui il rallentamento dell’invecchiamento cellulare e la regolazione di vari processi metabolici. In particolare, le sirtuine agiscono attivando i processi di consumo energetico, utilizzando le riserve di grasso per ottenere energia dai lipidi in eccesso, proteggendo le cellule dallo stress metabolico e contribuendo alla regolazione del processo di invecchiamento. Queste proteine fungono anche da indicatori importanti dello stato metabolico, poiché la loro produzione è stimolata in situazioni di carenza nutrizionale.

La dieta SIRT si basa sull’ipotesi che alcuni alimenti possano attivare queste sirtuine, teoricamente promuovendo effetti dimagranti. I cibi SIRT, secondo i principi di questa dieta, sono pensati per contenere nutrienti in grado di influenzare positivamente i processi metabolici, intervenire nella produzione e nell’accumulo di lipidi, regolare i meccanismi legati all’invecchiamento e favorire la crescita della massa muscolare, tra gli altri benefici potenziali.

Come Funziona la Dieta SIRT?

La metodologia della Dieta Sirt, basata su una ricerca condotta da Aidan Goggins e Glen Matten, come abbiamo visto ha posto al centro delle attenzioni le sirtuine, un gruppo di proteine presenti in specifici alimenti, in grado di modulare i processi di combustione dei grassi e di influenzare aspetti legati all’umore e alla longevità. L’assunzione di cibi ricchi di questa particolare proteina, considerata un “super regolatore metabolico”, stimola l’organismo attivando il denominato “gene magro”.

La Dieta Sirt si struttura in due fasi, entrambe incentrate sull’introduzione di alimenti ad elevato contenuto di sirtuine, proponendosi come un approccio innovativo che mira a sfruttare le potenzialità di queste proteine per ottimizzare il metabolismo e raggiungere gli obiettivi di benessere desiderati.

Prima Fase della Dieta SIRT

Durante la prima fase, Aidan Goggins e Glen Matten propongono un approccio nutrizionale radicalmente ridotto in termini calorici, mirando a stimolare il “gene magro” attraverso una drastica restrizione calorica.

Nei primi tre giorni, l’apporto calorico consigliato è inferiore a 1000 calorie, caratterizzato da tre succhi verdi al mattino, a metà mattina e a metà pomeriggio, accompagnati da un pasto solido. Gli autori sostengono che centrifugare o estrarre i principi attivi dai vegetali SIRT rende più assimilabili i loro benefici.

Nei quattro giorni successivi, l’apporto calorico aumenta a circa 1500 calorie, integrando un secondo pasto solido composto da alimenti come pasta di grano saraceno, gamberoni o petto di pollo con cavolo riccio e cipolla rossa. È fondamentale, ogni giorno, consumare un alimento SIRT focale, come 15-20 grammi di cioccolato fondente all’85%.

Questa fase, sebbene prometta una perdita di circa 3 kg senza eccessiva attività fisica o rinunce, presenta non poche sfide, poiché la forte restrizione calorica può andare ad influire notevolmente sull’umore.

Seconda Fase della Dieta SIRT

La seconda fase della dieta si estende per due settimane e si concentra sulla consolidazione dei risultati ottenuti durante la fase precedente, fungendo da periodo di mantenimento. Durante questa fase, si torna a consumare tre pasti al giorno, accompagnati da un succo verde e due spuntini. A differenza della prima fase, non ci sono più restrizioni caloriche, ma vengono fornite ulteriori raccomandazioni per integrare alimenti SIRT nella dieta quotidiana. Durante questa fase, è permesso bere un bicchiere di vino rosso due o tre volte a settimana, in quanto contiene polifenoli, come il resveratrolo, noto per attivare le sirtuine.

Secondo Goggins e Matten, la base scientifica della dieta SIRT risiede negli effetti benefici che gli attivatori delle sirtuine avrebbero sulla salute, tra cui la costruzione muscolare, la soppressione dell’appetito, il miglioramento della memoria e del controllo degli zuccheri nel sangue, oltre alla pulizia dei radicali liberi nelle cellule.

Dieta SIRT: Alimenti Consentiti

Tra gli alimenti consentiti durante questa dieta, troviamo:

  • Cavolo, rucola, cipolla rossa cruda: Ricchi di kaempferol e quercitina, questi alimenti sono ottimi attivatori di sirtuina con potenti proprietà antivirali, antiossidanti e cardioprotettive.
  • Radicchio e sedano: Contenenti luteolina, stimolano la sirtuina; il peperoncino, anch’esso con luteolina, è un formidabile attivatore del metabolismo.
  • Noci e datteri Medjool: Grazie all’acido gallico, le noci sono benefiche per la perdita di peso e la gestione di disturbi metabolici; i datteri Medjool, in piccole dosi, sono consigliati per attivare la produzione di sirtuina.
  • Curcuma: La curcumina offre benefici all’organismo, stimolando la sirtuina e migliorando i livelli di colesterolo, il controllo dello zucchero nel sangue e riducendo le infiammazioni.
  • Vino rosso e caffè: Il resveratrolo e il piceatannolo presenti nel vino rosso, insieme all’acido caffeico e all’acido clorogenico nel caffè, stimolano la produzione di sirtuina.
  • Fragole: Ricche di fisetina, sono importanti cibi Sirt con basso contenuto di zuccheri, adatte a tutte le diete salutari.
  • Prezzemolo: Fonte di apigenina e miricetina, noti attivatori della produzione di sirtuina.
  • Cacao (cioccolato fondente almeno 85%): Contiene epicatechina, un nutriente speciale che aiuta ad attivare la sirtuina.
  • Olio extravergine d’oliva: Condimento indispensabile, conserva polifenoli, oleuropeina e idrossitirosolo, nutrienti attivatori della sirtuina.
  • Tè verde matcha: Con epigallocatechina, favorisce la produzione di sirtuina.
  • Grano saraceno: Fonte di rutina, un noto attivatore della sirtuina.
  • Gamberoni, Pollo, Yogurt, Soia, Agrumi.

Dieta SIRT: Menù e Ricette

La Dieta SIRT si distingue per il suo caratteristico “succo verde”, un frullato di verdure fresche pensato per depurare e al contempo soddisfare l’organismo. La preparazione di questo succo verde prevede l’utilizzo di ingredienti chiave che stimolano le sirtuine e favoriscono il metabolismo.

Succo Verde SIRT:

  • 80 g di cavolo riccio
  • 30 g di rucola
  • 150 g di sedano
  • 1 cucchiaino di prezzemolo
  • 1/2 mela verde

Per preparare il succo verde, frullare accuratamente la verdura e la frutta utilizzando una centrifuga o un estrattore. Successivamente, aggiungere il succo fresco di mezzo limone per arricchire la bevanda di vitamina C, e infine, mescolare mezzo cucchiaino di tè matcha per apportare ulteriori proprietà benefiche. Questo succo verde non solo fornisce una varietà di nutrienti vitali, ma si inserisce anche nel contesto della Dieta SIRT, contribuendo a stimolare le sirtuine e potenziare il metabolismo.

Esempio di Pasto Solido SIRT

Colazione:

  • Succo Verde SIRT

Pranzo: Insalata SIRT

  • Lattuga
  • Pomodori ciliegia
  • Cetrioli
  • Olive nere
  • Pollo grigliato (fonte di proteine SIRT)
  • Condimento con olio extravergine d’oliva e succo di limone

Spuntino del Pomeriggio:

  • 30 g di noci
  • 2 datteri Medjool

Cena: Salmone con Salsa alla Curcuma

  • 150 g di salmone (ricco di acidi grassi omega-3)
  • Salsa preparata con curcuma, aglio, limone e olio extravergine d’oliva
  • Asparagi al vapore (ricchi di nutrienti e fibre)

Dopo Cena: Tisana al Tè Verde Matcha

Dieta SIRT: Controindicazioni

Prima di iniziare questo regime alimentare è bene essere consapevoli di controindicazioni ed effetti collaterali. La dieta SIRT si propone di attivare i “geni del dimagrimento” mediante il consumo di cibi che simulano uno stato di sazietà, creando una sorta di inganno metabolico anziché educare l’organismo ad una scelta alimentare equilibrata. La prima fase della dieta, basata sulla riduzione calorica e sulla quasi totale eliminazione dei carboidrati, porta inevitabilmente ad una perdita di peso, visto appunto la forte restrizione calorica, ma non è strettamente correlata all’attivazione dei “geni del dimagrimento”.

Inoltre è importante ricordare che è caldamente sconsigliato consumare solo 1000 kcal al giorno, anche se solo per pochi giorni. Da sottolineare anche il fatto che vista la rapida perdita di peso, è altresì possibile che il peso perso durante questa fase venga rapidamente recuperato una volta ripresa un’alimentazione normale.

Benché la dieta SIRT non sia considerata pericolosa o dannosa per l’organismo, è importante sottolineare che non è miracolosa, come talvolta viene presentata. Ciò solleva preoccupazioni sulla sua sostenibilità a lungo termine e suggerisce la possibilità di problemi di aumento di peso e del potenziale rallentamento del metabolismo, contrariamente agli obiettivi dichiarati della dieta. Infine, si ribadisce l’importanza di consultare professionisti del settore e medici prima di intraprendere qualsiasi regime dietetico, evitando soluzioni “fai da te” che possono comportare rischi per la salute.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 15% PER SEMPRE

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
3 coupon validi per tutti i tuoi futuri acquisti.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
PROMO 1x CHOCO NUTS IN REGALO
Arriva a 19.90€ di prodotti aggiunti in carrello
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello