Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

Distorsione del ginocchio

Distorsioni al ginocchio: Tempi di recupero

Scienza
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Redazione
Pubblicato il: 17-11-2023

La distorsione del ginocchio è un trauma molto doloroso e abbastanza comune, è un infortunio spesso associato al mondo dello sport, ma non limitato ad esso. Questo tipo di trauma si verifica quando il ginocchio subisce una torsione non naturale, solitamente con il piede ancorato a terra mentre il resto della gamba si contorce. Può essere causato da una caduta, da un colpo diretto o anche da terreni irregolari durante una semplice passeggiata.

In questo articolo esploreremo approfonditamente la distorsione al ginocchio, analizzando i sintomi, il pronto soccorso da applicare immediatamente, i tempi di recupero e le fasi cruciali della riabilitazione, offrendo preziosi consigli su come affrontare efficacemente questo tipo di infortunio.

Che cos’è la distorsione al ginocchio?

La distorsione al ginocchio è un infortunio che coinvolge l’articolazione altamente mobile e complessa del ginocchio. La stabilità di questa articolazione è garantita ben 4 legamenti:

  • Legamento crociato anteriore (LCA)
  • Legamento crociato posteriore (LCP)
  • Legamento collaterale mediale (o collaterale interno) (LCM)
  • Legamento collaterale laterale (o collaterale esterno) (LCL)

I legamenti collaterali, situati sul lato interno ed esterno del ginocchio, aiutano a limitare i movimenti laterali, mentre i legamenti crociati, anteriore e posteriore, prevengono l’eccessivo spostamento in avanti o indietro dell’articolazione.

Durante i traumi distorsivi, i legamenti più comunemente colpiti sono il legamento collaterale mediale (LCM) e il legamento crociato anteriore (LCA). Questi legamenti subiscono tensioni anormali quando il ginocchio si muove bruscamente verso l’interno mentre la gamba è rigida e il piede è ancorato al suolo. Questo tipo di movimento, noto come valgo-rotazione esterna, si verifica comunemente in situazioni come cadute sugli sci o collisioni durante il calcio.

Un allenamento insufficiente, carenze nella forza e flessibilità muscolare, una coordinazione ed equilibrio carenti, la mancanza di un riscaldamento adeguato e condizioni ambientali avverse, come il freddo intenso, terreni scivolosi o irregolari, così come un’eccessiva aderenza al suolo, sono tutti fattori rischio che possono contribuire a questo infortunio.

Distorsione ginocchio: Sintomi

Il trauma distorsivo al ginocchio è caratterizzato da una serie di sintomi che possono variare in base alla gravità. Il dolore è uno dei sintomi più evidenti, di solito acuto e talmente intenso da rendere impossibile continuare qualsiasi attività. I sintomi però, essendo direttamente proporzionali all’entità del danno, portano a valutare le distorsioni in tre gradi di classificazione:

  • Distorsione di I Grado: Questo livello di distorsione è caratterizzata dalla presenza di rotture microscopiche nei legamenti, senza compromettere la capacità del ginocchio di sopportare il peso corporeo. Tipicamente, si manifesta con un lieve disagio durante gli ultimi gradi di movimento articolare, ma il paziente è in grado di camminare normalmente senza problemi significativi.
  • Distorsione di II Grado: Il legamento presenta una lesione parziale che causa instabilità nel ginocchio durante i movimenti o quando si cerca di alzarsi. Una distorsione di secondo grado viene classificata come lieve se coinvolge meno del 50% delle fibre totali del legamento, mentre diventa grave se la lesione coinvolge più del 50% delle fibre. Questo tipo di lesione comporta un aumento del dolore durante i movimenti e può temporaneamente limitare la capacità di svolgere le normali attività quotidiane.
  • Distorsione di III Grado: Questo è il grado più serio di distorsione al ginocchio, il legamento infatti, è completamente lacerato. Questa rottura può verificarsi nel centro del legamento con separazione dei due frammenti o all’attaccatura dell’osso, causando la disconnessione del legamento. Questo evento è associato ad un dolore acuto e significativo, accompagnato da un accumulo di liquido nell’articolazione, che si può tradurre in un notevole gonfiore.

È importante notare che la gravità dei sintomi è direttamente correlata all’entità del trauma, ma è fondamentale consultare un professionista medico per una valutazione accurata e una gestione adeguata delle distorsioni al ginocchio.

Primo soccorso: cosa fare subito dopo la distorsione?

Dopo una distorsione al ginocchio, è fondamentale attuare immediatamente misure di primo soccorso per minimizzare il dolore e facilitare il processo di guarigione. Queste misure seguono il protocollo RICE, un approccio naturale con proprietà antinfiammatorie e anti-gonfiore. Ecco cosa fare:

  1. Riposo (Rest): Prima di tutto, è essenziale mettere a riposo il ginocchio colpito, evitando movimenti che causino ulteriore dolore. Potrebbe essere necessario immobilizzarlo con un apposito tutore per il ginocchio.
  2. Ghiaccio (Ice): Applicare ghiaccio sulla zona dolente è il secondo passo. Questo deve essere fatto ogni 2-3 ore, con una durata di applicazione di circa 15-20 minuti per volta. Il ghiaccio aiuta a ridurre l’infiammazione e il gonfiore.
  3. Compressione (Compression): Utilizzare una fasciatura elastica per comprimere delicatamente il ginocchio colpito. Questo aiuta a stabilizzare l’articolazione e ridurre il gonfiore.
  4. Elevazione (Elevation): Infine, è importante elevare l’articolazione interessata in posizione di scarico. Questo aiuta a ridurre l’accumulo di fluido nell’area e allevia la pressione.

Seguire correttamente queste misure di primo soccorso può contribuire notevolmente al processo di recupero dopo una distorsione al ginocchio. Tuttavia, è fondamentale consultare quanto prima un professionista medico per una valutazione ed un trattamento adeguato.

Diagnosi della distorsione al ginocchio

La diagnosi richiede un’attenta valutazione medica, basata sulla combinazione della storia clinica, di un esame fisico e talvolta di esami diagnostici aggiuntivi.

Durante la consultazione medica, il paziente dovrebbe fornire dettagli sulla natura dell’evento traumatico, i sintomi sperimentati e qualsiasi precedente infortunio al ginocchio. L’esame fisico comprende la palpazione dell’articolazione per individuare zone di sensibilità, la valutazione della stabilità articolare e dei movimenti, nonché test specifici per verificare l’integrità dei legamenti. In alcuni casi, possono essere richiesti ulteriori esami, come radiografie per escludere fratture ossee, o risonanza magnetica (RM) per valutare con precisione la gravità delle lesioni dei tessuti molli, inclusi i legamenti e le capsule articolari.

Una diagnosi accurata è essenziale per determinare il trattamento appropriato e stabilire i tempi di recupero. Pertanto, è importante consultare un professionista medico in caso di sospetta distorsione al ginocchio.

Distorsione del ginocchio

Terapia e riabilitazione del ginocchio

La gestione terapeutica per una distorsione al ginocchio coinvolge diverse opzioni per favorire il recupero e il ripristino dell’articolazione. Tra queste:

  • Protocollo RICE: Il protocollo RICE che, come abbiamo visto, comprende riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione, è spesso il punto di partenza per ridurre l’infiammazione, il gonfiore e il versamento articolare. Il riposo può essere accompagnato da un’eventuale immobilizzazione temporanea del ginocchio.
  • Farmaci Antinfiammatori: L’assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) è utilizzata per ridurre l’infiammazione e alleviare il dolore associato alla distorsione.
  • Fisioterapia: La fisioterapia svolge un ruolo cruciale nel processo di recupero. Include esercizi specifici per migliorare la propriocezione e rafforzare i muscoli coinvolti, come il quadricipite femorale, al fine di ripristinare la mobilità articolare e stabilizzare il ginocchio.
  • Terapie Specializzate: Diverse terapie mediche avanzate, come ultrasuoni, ionoforesi, laser e tecarterapia, possono essere parte integrante del percorso di riabilitazione. Queste terapie contribuiscono a ridurre l’infiammazione e promuovere il recupero muscolare e articolare.
  • Chirurgia: In caso di lesioni gravi, può essere consigliato il trattamento chirurgico; l’artroscopia, mira a riparare il legamento danneggiato e, se necessario, altre strutture articolari coinvolte nell’infortunio.

Riabilitazione dopo la distorsione

La riabilitazione è un aspetto cruciale del processo di recupero. Questa fase mira a ripristinare la forza muscolare, la stabilità articolare e la piena funzionalità dell’articolazione. Durante la riabilitazione, il paziente lavora in stretta collaborazione con un fisioterapista, seguendo un programma di esercizi specifici e progressivi. Gli obiettivi includono il miglioramento della mobilità, il rafforzamento dei muscoli del ginocchio e delle gambe, il recupero dell’equilibrio e della propriocezione, nonché il ritorno graduale alle attività normali e sportive.

La riabilitazione può richiedere settimane o anche mesi, a seconda della gravità della distorsione, ma è essenziale per evitare recidive e garantire una completa guarigione.

Distorsione al ginocchio: Tempi di recupero

La prognosi e i tempi di recupero dopo una distorsione al ginocchio variano in base alla gravità dell’infortunio e all’efficacia del trattamento riabilitativo.

Nel caso di distorsioni con coinvolgimento dei legamenti collaterali mediale o laterale, una gestione adeguata spesso porta a risultati eccellenti, con circa il 90% delle persone che riottengono una piena mobilità del ginocchio. Per le lesioni al legamento crociato anteriore, l’80% dei pazienti riesce a recuperare completamente. Le distorsioni di primo o secondo grado tendono a guarire completamente entro 2-4 settimane, mentre quelle più gravi (di terzo grado) richiedono un periodo di riabilitazione che può estendersi da 4 a 6 mesi.

È fondamentale non affrettare il ritorno alle attività sportive o agli allenamenti, poiché anticipare i tempi di recupero necessari può aumentare il rischio di nuovi infortuni e complicazioni a lungo termine come l’artrosi del ginocchio, che può svilupparsi anche dopo 10-20 anni. Pertanto, un adeguato rispetto dei tempi di guarigione è essenziale per garantire una ripresa completa e duratura.

Consigli per la prevenzione

Sebbene non sia sempre possibile prevenire completamente le distorsioni al ginocchio, esistono strategie efficaci per ridurre il rischio e la gravità di tali infortuni:

  • Riscaldamento e Stretching: Prima di iniziare l’attività fisica, è essenziale eseguire un adeguato riscaldamento ed esercizi di stretching per preparare i muscoli e le articolazioni al movimento.
  • Allenamento dei Muscoli Stabilizzatori: Il rafforzamento dei muscoli che stabilizzano il ginocchio, come il quadricipite e il vasto mediale, è fondamentale. Questo può contribuire a migliorare la stabilità dell’articolazione.
  • Progressione Graduale: Aumentare gradualmente l’intensità degli allenamenti e delle attività fisiche, evitando eccessi che potrebbero aumentare il rischio di infortuni.
  • Calzature Appropriate: Utilizzare calzature adatte all’attività sportiva praticata, con una buona aderenza e supporto per il piede e la caviglia.
  • Valutazione Medica: Se si verificano problemi di dismetria tra gli arti inferiori o difficoltà di appoggio, consultare un medico per valutare la necessità di plantari personalizzati, che possono ridurre il rischio di distorsioni.
  • Verifica dell’Attrezzatura: Assicurarsi che l’attrezzatura sportiva, come tacchetti, agganci per gli sci, indumenti, taping e fasciature, sia in buone condizioni e correttamente adattata.
  • Mantenimento del Peso Corporeo: Mantenere un peso corporeo nella norma può contribuire a ridurre lo stress sulle articolazioni, inclusa quella del ginocchio.
  • Attenta Scelta del Terreno: Fare attenzione al tipo di terreno su cui si pratica l’attività fisica, cercando di evitare terreni sconnessi o pericolosi quando possibile.

Seguire queste strategie di prevenzione può contribuire in modo significativo a ridurre il rischio di distorsioni al ginocchio e a preservare la salute e la funzionalità dell’articolazione.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello