Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

Malessere dopo aver bevuto il caffè

Malessere dopo aver bevuto il caffè?

Scienza
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 06-10-2023

Il caffè è indubbiamente una delle bevande più amate al mondo; la sua capacità di donare energia e aumentare la concentrazione lo ha reso una bevanda irrinunciabile.

Tuttavia, nonostante i numerosi benefici che il caffè può offrire, il suo abuso può a volte causare fastidiosi malesseri. I sintomi variano da persona a persona, ma possono includere nervosismo, agitazione, palpitazioni e talvolta disturbi gastrointestinali.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio gli effetti collaterali del caffè e come riconoscere i segnali di un’eventuale intolleranza. Scopriremo anche le cause del malessere dopo aver bevuto il caffè e quali alternative esistono per coloro che desiderano ridurre il consumo di caffeina senza rinunciare al piacere di una bevanda calda e aromatica al mattino.

Proprietà e benefici del caffè

La maggior parte degli effetti stimolanti del caffè sono da attribuire alla presenza della caffeina. Oltre a questa, il caffè contiene anche antiossidanti benefici per la salute, come il clorogenico e l’acido ferulico; composti che possono contribuire a migliorare la salute generale, proteggendo le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

Non solo, studi scientifici hanno dimostrato che il consumo moderato di caffè può avere effetti positivi sulla salute, come la riduzione del rischio di alcune malattie croniche, tra cui il diabete di tipo 2 e alcune patologie neurodegenerative.

Tra i benefici riscontrati dal consumo moderato di caffè, troviamo:

  • Aumento dell’energia: Il caffè è noto per il suo effetto stimolante, grazie al quale può aiutare a migliorare la concentrazione e la produttività.
  • Antiossidanti: Il caffè è ricco di antiossidanti, che aiutano a combattere i radicali liberi nel corpo, contribuendo a ridurre il rischio di malattie croniche.
  • Protezione del fegato: Studi hanno suggerito come il consumo di caffè possa aiutare a ridurre il rischio di malattie del fegato.
  • Miglioramento delle prestazioni fisiche: La caffeina può aumentare temporaneamente la forza muscolare e l’endurance, rendendo il caffè una delle bevande più popolari tra gli atleti.
  • Miglioramento dell’umore: Il caffè può contribuire a migliorare l’umore grazie al suo effetto stimolante sul sistema nervoso centrale.

Il caffè è senza alcun dubbio una bevanda che ha un posto speciale nelle nostre vite, grazie anche ai suoi benefici, ma come ogni cosa va consumato con moderazione; è essenziale conoscere i propri limiti individuali e monitorare la propria risposta al caffè così da evitare eventuali malesseri.

Malessere post caffè

La cause del malessere dopo aver bevuto il caffè

Non riesci più a prendere la tua amata tazzina di caffè senza provare un conseguente malessere? Ecco quali potrebbero essere le cause più comuni:

Caffè a stomaco vuoto

Uno dei motivi più comuni del malessere post caffè è l’assunzione della bevanda a stomaco vuoto. Il caffè è molto acido, questo può irritare la mucosa gastrica, portando a sensazioni di bruciore e nausea. Per evitare questo problema, è consigliabile consumare sempre una piccola colazione, uno spuntino leggero o un pasto prima di berlo.

Interazione con farmaci

Alcuni farmaci possono interagire con il caffè e causare effetti collaterali indesiderati. La combinazione con farmaci per la pressione sanguigna o gli antidepressivi può provocare nervosismo, tremori o aumentare la pressione arteriosa. È importante consultare il proprio medico o un farmacista per verificare se ci sono interazioni potenziali tra il caffè e i farmaci che si stanno assumendo.

Sensibilità individuale

Un altro motivo del malessere dopo aver bevuto il caffè, è da ricercare nella sensibilità individuale alla caffeina: essere più sensibili alla caffeina può far sperimentare sintomi come ansia, irritabilità o disturbi gastrointestinali anche con quantità moderate di caffè.

Problemi di digestione

Il caffè può anche stimolare la produzione di acido gastrico, il che potrebbe essere problematico per coloro che soffrono di problemi di digestione come reflusso gastroesofageo o gastrite.

I segnali dell’ intolleranza al caffè

I segnali dell’intolleranza al caffè possono variare da persona a persona, ma ci sono alcuni sintomi comuni che è importante tenere d’occhio. Prima di tutto, è essenziale comprendere che il malessere non è sempre da attribuire al caffè stesso, ma potrebbe essere influenzato anche da come viene consumato. Ad esempio, l’aggiunta di latte e dolcificanti al caffè può andare ad irritare il sistema digestivo o alterare il microbiota intestinale, causando disagi come gonfiore, crampi addominali o diarrea.

Se il caffè è preso sempre liscio, ci sono allora alcuni sintomi a cui prestare attenzione per capire se si può essere o meno intolleranti. Uno dei segnali più comuni è l’irritazione gastrointestinale, che si traduce in sintomi come bruciore di stomaco, acidità, o persino crampi addominali. Altri sintomi potrebbero includere nervosismo e ansia, palpitazioni o battito cardiaco accelerato.

Per essere sicuri di un’eventuale intolleranza al caffè, è importante monitorare attentamente la risposta del proprio corpo dopo averlo consumato. Inoltre, può essere utile tenere un diario alimentare per registrare quando e quanto caffè si beve quotidianamente e se si manifestino o meno dei sintomi. Se i sintomi persistono o peggiorano, è consigliabile consultare un medico o un dietologo per una valutazione più approfondita.

alternative al caffè

5 Alternative al comune caffè

Se il malessere post caffè non ti abbandona, puoi provare diverse alternative popolari per soddisfare il desiderio di una bevanda energizzante senza gli effetti collaterali del caffè tradizionale. Ecco alcune delle alternative più famose:

  1. Caffè Decaffeinato: Il caffè decaffeinato offre lo stesso sapore e aroma del caffè regolare senza l’effetto stimolante della caffeina. È un’ottima opzione per coloro che desiderano gustare il caffè senza preoccuparsi dei fastidi legati alla caffeina.
  2. Caffè d’Orzo: Il caffè d’orzo è una bevanda a base di orzo tostato che offre un sapore leggermente simile al caffè tradizionale ma senza caffeina.
  3. Caffè al Ginseng: Questa bevanda combina il sapore del caffè con i benefici del ginseng. Il ginseng può fornire energia e vitalità senza gli effetti negativi del caffè. È una scelta apprezzata per coloro che cercano un’alternativa più sana e naturale.
  4. Tè Verde: Il tè verde è noto per la sua ricchezza di antiossidanti e la moderata quantità di caffeina. Questo lo rende un’alternativa più delicata al caffè. La caffeina nel tè verde è rilasciata gradualmente nel corpo, evitando picchi di energia seguiti da crolli improvvisi, tipici del caffè. Inoltre, il tè verde offre una vasta gamma di benefici per la salute, tra cui miglioramenti nella concentrazione e una maggiore resistenza immunitaria.
  5. Matcha: Il matcha è una polvere di tè verde giapponese che contiene una quantità significativa di caffeina, ma offre anche l’aminoacido L-teanina che promuove la calma mentale.

Queste alternative possono offrire un’esperienza gustosa e soddisfacente senza gli effetti collaterali indesiderati della caffeina, sperimenta con queste opzioni fino a trovare quella che meglio si adatta ai tuoi gusti e alle tue esigenze.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello