Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

dieta ipocalorica ma non dimagrisco

Mangio poco ma non dimagrisco: 5 Soluzioni

Dimagrimento
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Redazione
Pubblicato il: 06-09-2023

Nel mondo del dimagrimento, spesso ci si scontra con una sfida apparentemente controintuitiva: nonostante la dieta ipocalorica, alcune persone faticano a perdere peso in maniera significativa.

Questo fenomeno ha radici più profonde di quanto possa sembrare a prima vista, coinvolgendo una complessa interazione di fattori fisiologici e metabolici. Diversi motivi possono giustificare questa situazione apparentemente paradossale, tra cui adattamenti del metabolismo, sbilanci ormonali, composizione corporea e persino influenze genetiche.

Fortunatamente, di fronte a questa sfida non tutto è perduto. Esistono approcci che possono essere adottati per superare gli ostacoli che ostacolano la perdita di peso in una dieta ipocalorica.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio le ragioni alla base di questo fenomeno e forniremo spunti sulle possibili soluzioni per raggiungere gli obiettivi di dimagrimento in modo efficace ed equilibrato.

ATTENZIONE: l’articolo che segue è puramente a titolo informativo, e non sostituisce in alcun modo il parere di professionisti medici o nutrizionisti qualificati. Ogni individuo ha esigenze e condizioni uniche che richiedono un’attenzione personalizzata. Prima di apportare modifiche significative alla propria dieta o routine di esercizio, è fondamentale consultare un esperto di fiducia. La perdita di peso sana ed efficace richiede una comprensione approfondita del proprio corpo e delle esigenze individuali.

Il peso sulla bilancia non scende: quali sono le cause?

Stai seguendo alla lettera la tua dieta, magari ti stai anche allenando a dovere, ma il peso sulla bilancia non scende come vorresti e i risultati tanto sperati tardano ad arrivare. La domanda sorge quindi spontanea… Come mai?

Sono diversi i motivi che possono contribuire a questo stallo nel processo di perdita di peso, spaziando dalle reazioni metaboliche individuali alle strategie alimentari errate. Comprendere queste cause può aiutare a superare questo ostacolo e a raggiungere gli obiettivi prefissati.

1. Adattamento metabolico:

Il corpo umano è un sistema incredibilmente adattabile e può rispondere alla riduzione calorica rallentando il metabolismo per preservare le riserve energetiche. Questa risposta deriva dall’evoluzione umana, quando i periodi di scarsità alimentare richiedevano una maggiore conservazione delle calorie. Questo porta il corpo ad abituarsi ad un basso apporto calorico, bruciando meno energia e ostacolando la perdita di peso.

2. Eccesso di restrizione calorica:

Sembra assurdo, ma ridurre eccessivamente l’apporto calorico può in realtà rallentare la perdita di peso. Un drastico calo calorico può scatenare una risposta di sopravvivenza nel corpo, inducendolo a immagazzinare grasso anziché bruciarlo. Inoltre, la mancanza di sufficienti calorie può influire negativamente sulla massa muscolare, che gioca un ruolo cruciale nel metabolismo, e di questo ne parleremo più avanti.

3. Sottostima dell’apporto calorico:

Monitorare con precisione l’apporto calorico è essenziale durante una dieta, ma spesso si tende a sottostimare le calorie consumate. Snacks non registrati, porzioni sottovalutate e ingredienti nascosti a volte possono contribuire ad un apporto calorico più elevato del previsto, ostacolando i progressi.

4. Stress e mancanza di sonno:

L’equilibrio ormonale svolge un ruolo cruciale nella regolazione del peso corporeo. Lo stress cronico può aumentare i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, che è legato anche all’accumulo di grasso. Allo stesso modo anche la mancanza di sonno può influenzare negativamente l’equilibrio ormonale e la gestione dell’appetito.

Come vedi, la perdita di peso può essere influenzata da più di un motivo, i quali vanno oltre la semplice restrizione calorica. Il corpo umano è un sistema complesso e dinamico, e comprendere le sue risposte fisiologiche e psicologiche ci può guidare verso strategie più efficaci per la perdita di peso; anche per questo il “fai da te” è generalmente sconsigliato, in quanto solo un professionista della salute saprà valutare con attenzione le esigenze specifiche di chi ha davanti, trovando la strategia migliore da seguire per il raggiungimento dei propri obiettivi.

Massa magra e massa grassa

Massa magra e massa grassa rappresentano due componenti fondamentali della composizione corporea umana.

La massa magra include muscoli, ossa, organi e tessuti non adiposi, ed è cruciale per sostenere le funzioni vitali del corpo e mantenere la forza fisica. I muscoli, in particolare, giocano un ruolo significativo nel metabolismo, poiché richiedono energia anche a riposo. Costruire muscoli, quindi massa magra, tramite lo sport e l’allenamento, è importantissimo per aumentare la velocità del metabolismo, rendendo il nostro organismo capace di gestire maggiori quantità di calorie.

La massa grassa invece, è costituita dal tessuto adiposo, che funge da riserva energetica e svolge ruoli chiave nell’isolamento termico e nella protezione degli organi.

Nel contesto della perdita di peso, la comprensione di queste due componenti è essenziale.

La dieta ipocalorica può portare ad una diminuzione del peso, ma non sempre si traduce in una riduzione significativa della massa grassa, ovvero quella che ci interessa smaltire. Spesso, la restrizione calorica estrema e veloce nel tempo può invece causare la perdita di massa muscolare, causando il rallentamento del metabolismo. Queste tipologie di diete restrittive possono portare quindi la persona a ritrovarsi con meno massa magra ed un metabolismo più lento dopo aver terminato la dieta.

La perdita di peso dovrebbe concentrarsi sulla riduzione della massa grassa e sulla preservazione di quella magra: ciò può essere ottenuto attraverso la combinazione di una dieta equilibrata, esercizio fisico e gestione dello stress. Durante una fase di dimagrimento, non è da non sottovalutare l’allenamento con i pesi, il quale può contribuire a mantenere e persino aumentare la massa muscolare.

Cosa succede al tuo corpo quando ha fame?

Quando il corpo è sottoposto ad una dieta troppo restrittiva, i meccanismi di sopravvivenza entrano in azione. In risposta alla mancanza di cibo, il metabolismo rallenta per conservare energia, rendendo difficile la perdita di peso. Non solo, una dieta ipocalorica estrema può portare anche a carenze nutrizionali, compromettendo il benessere generale.

È fondamentale comprendere che il corpo ha bisogno di una quantità adeguata di calorie e nutrienti per funzionare correttamente. Rinunciare bruscamente ad un’adeguata quantità di cibo può portare a stanchezza, spossatezza, problemi di concentrazione, disturbi ormonali e ad un indebolimento generale del sistema immunitario. Quindi invece che favorire la perdita di peso, una dieta troppo restrittiva può portare a un circolo vizioso in cui il corpo si aggrappa disperatamente alle riserve di grasso, poiché percepisce la mancanza di cibo come una situazione di emergenza.

L’aspetto cruciale è evitare di scendere al di sotto del proprio metabolismo basale, che rappresenta l’energia minima necessaria per mantenere le funzioni vitali a riposo. Andare al di sotto di questo livello può avere parecchie controindicazioni sul metabolismo e sulla salute generale.

Le calorie non sono tutte uguali

Quando ci si impegna a seguire una dieta ipocalorica nella speranza di perdere peso, è essenziale comprendere che la qualità del cibo è altrettanto rilevante quanto la quantità. Che tu stia cercando di creare un deficit calorico, mantenere il peso o addirittura aumentarlo, la scelta degli alimenti non può essere trascurata.

Immaginiamo di consumare 1800 calorie al giorno: queste calorie variano enormemente in base alla tipologia di alimenti che decidi di portare in tavola. 1800 calorie di alimenti sani, di stagione, ricchi di nutrienti e minerali, come verdure e frutta, proteine magre e cereali integrali, forniscono al corpo tutti gli strumenti necessari per il suo funzionamento ottimale.

Al contrario, 1800 calorie composte principalmente da snack, fast food e cibi processati, possono lasciare il corpo carente di sostanze nutritive essenziali, anche se sei in un regime ipocalorico. Prediligi alimenti puliti, di stagione e di qualità, lasciando anche lo spazio per qualche sfizio, ma sempre con moderazione.

5 consigli per una perdita di peso efficace

Rincorrere la perdita di peso può spesso trasformarsi in una sfida frustrante e disorientante, soprattutto quando i risultati tardano ad arrivare nonostante un’impeccabile disciplina nella dieta ipocalorica.

Ecco perché è essenziale considerare attentamente alcuni aspetti:

1. Deficit Calorico Sostenibile

Creare un deficit calorico è fondamentale per la perdita di peso, ma più non significa sempre meglio. Imposta un deficit moderato, non superiore a 300-500 calorie al giorno rispetto al tuo fabbisogno calorico totale. Questo è importante per evitare l’effetto contrario: rallentamento metabolico e l’accumulo di grasso. Assicurati inoltre che il deficit non scenda al di sotto del tuo metabolismo basale.

2. Attività Fisica e Massa Magra

L’attività fisica è tua alleata! Ti aiuta a bruciare calorie, ma anche a costruire massa magra. Più muscoli significano un metabolismo più attivo, rendendo più semplice gestire un eventuale regime ipocalorico. L’allenamento con i pesi e l’esercizio aerobico equilibrato contribuiscono a migliorare la composizione corporea, incrementando la quantità di calorie bruciate sia durante l’attività che a riposo.

3. Qualità degli Alimenti e Bilanciamento Nutrizionale

Evita di concentrarti unicamente sulle calorie e presta attenzione alla qualità degli alimenti. Una dieta varia ed equilibrata, che includa proteine magre, carboidrati integrali, grassi sani, vitamine e minerali, è essenziale per supportare il tuo corpo durante la perdita di peso. Inoltre, evita di eliminare interi gruppi di nutrienti, può portare a carenze e squilibri.

4. Sonno e Stress

Il sonno di qualità e la gestione dello stress giocano un ruolo molto importante nella perdita di peso. Una privazione cronica del sonno può influenzare negativamente il metabolismo e le scelte alimentari, spingendoti verso opzioni meno salutari. Lo stress, d’altra parte, può innescare comportamenti alimentari emotivi e aumentare i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.

5. Gradualità e Costanza

L’obiettivo non dovrebbe essere una rapida perdita di peso, ma un dimagrimento graduale e sostenibile. Evita le diete drastiche che promettono risultati lampo, poiché spesso, nel momento in cui la dieta finisce, ti portano a riprendere tutti i chili persi con gli interessi. In genere, la perdita di peso ideale è intorno al 0,5-1% del tuo peso corporeo a settimana. Concentrati sul percorso e sul tuo obiettivo e celebra i piccoli progressi lungo il percorso. Con pazienza e impegno, i risultati arriveranno e si manterranno nel tempo.

E se niente di tutto questo funziona? Forse è il tuo metabolismo è rallentato, quello che puoi fare è un reset metabolico.

Reset Metabolico

Il “reset metabolico” rappresenta una strategia chiave per superare il plateau nella perdita di peso, quando la dieta ipocalorica sembra non sortire più effetto. Quando il tuo corpo si abitua a calorie molto basse per un lungo lasso di tempo, il metabolismo può rallentare in risposta a questa carenza energetica, limitando la capacità di bruciare calorie in modo efficiente. In questo stato, l’organismo si adatta a conservare energia e inizia ad ostacolare la perdita di peso.

Il reset metabolico, invece, mira a destabilizzare questa situazione. Consiste nel temporaneo aumento delle calorie consumate, al fine di “ingannare” il corpo e indurlo a riconfigurare il proprio metabolismo. Questo processo aiuta a ripristinare la risposta metabolica normale e a stimolare nuovamente la perdita di peso. Durante il reset metabolico si insegna all’organismo a mangiare di più senza per questo prendere peso. Le calorie aumenteranno gradualmente fino ad arrivare ad una normocalorica o ad una fase di mantenimento. Dopo questo periodo, il metabolismo può accelerare nuovamente, aumentando la capacità del corpo di bruciare calorie e permettendo un’efficace perdita di peso.

Per impostare una dieta ipocalorica o anche un reset metabolico, è importante conoscere il proprio punto di partenza (metabolismo basale e abitudini). Chiedi sempre il parere a chi di competenza, il tuo medico di fiducia o un nutrizionista.

Non mangiare fa dimagrire?

Un mito diffuso nel mondo della perdita di peso è la convinzione che ridurre drasticamente l’apporto calorico o addirittura digiunare sia la chiave per dimagrire rapidamente. Tuttavia, questa idea può essere fuorviante e dannosa per la salute.

La realtà è che non mangiare o ridurre drasticamente le calorie può avere effetti negativi sul tuo corpo. Innanzitutto, può portare a una perdita di massa muscolare, il che a sua volta può rallentare il tuo metabolismo. Quando il corpo percepisce una carenza di cibo, può iniziare a conservare energia, il che rende più difficile perdere peso.

Inoltre, una drastica restrizione calorica può portare a carenze nutrizionali, poiché il tuo corpo potrebbe non ricevere tutti i nutrienti essenziali di cui ha bisogno per funzionare correttamente. Questo può portare a stanchezza, debolezza, problemi di concentrazione e altri problemi di salute.

Il digiuno o la restrizione calorica estrema possono anche innescare un meccanismo di difesa nel corpo, portandolo a immagazzinare più grasso quando torni a mangiare normalmente. Questo è il motivo per cui molte diete estreme spesso si traducono in guadagni di peso a lungo termine.

Invece di cercare soluzioni drastiche, è importante adottare un approccio equilibrato alla perdita di peso. Concentrati sulla qualità degli alimenti, sulla gestione delle porzioni, sull’attività fisica regolare e sul mantenimento di uno stile di vita sano. Consultare un professionista della salute, come un nutrizionista o un medico, può aiutarti a sviluppare un piano sostenibile e personalizzato per raggiungere i tuoi obiettivi di perdita di peso. Ricorda che il tuo corpo ha bisogno di una quantità adeguata di nutrienti per funzionare correttamente, e il percorso verso un peso sano dovrebbe essere sostenibile e rispettoso delle tue esigenze individuali.

In conclusione

Abbiamo visto che la perdita di peso è un processo complesso, lungo e che ci richiede un investimento di tempo. Le sfide legate al metabolismo, all’equilibrio nutrizionale e al benessere emotivo sono spesso trascurate, ma in realtà giocano un ruolo fondamentale in questo percorso.

Grazie ai consigli offerti nell’articolo, hai ora a disposizione una guida completa per affrontare questo cammino. Integrando strategie personalizzate, scelte alimentari consapevoli e uno stile di vita attivo, potrai ottenere i risultati desiderati.

Ricorda, il cambiamento richiede pazienza e impegno, ma seguendo queste linee guida, raggiungere il tuo obiettivo di dimagrimento diventerà un risultato inevitabile.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello