Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

reflusso laringoiatrie faringeo

Reflusso Laringo Faringeo: Sintomi & Cura

Scienza
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Redazione
Pubblicato il: 12-03-2024

Il reflusso laringo-faringeo è una condizione che coinvolge la gola (faringe e laringe) e la parte superiore dell’esofago, spesso sottovalutata e confusa con il reflusso gastrico o gastroesofageo. Tuttavia, è importante distinguere tra queste manifestazioni patologiche poiché ciascuna presenta sintomi e cause specifiche. Questa chiarezza è fondamentale poiché entrambe le condizioni possono influire significativamente sulla qualità della vita e sul rapporto con il cibo. In questo articolo, esploreremo più a fondo cos’è il reflusso laringo-faringeo, le sue cause e i sintomi correlati. Approfondiremo anche le strategie alimentari consigliate per mitigare i suoi effetti e forniremo suggerimenti su rimedi naturali e farmaceutici che possono essere integrati nel quotidiano per alleviare questa fastidiosa sensazione di irritazione.

Reflusso Laringo Faringeo: Di Cosa si Tratta?

Il reflusso laringo-faringeo è una patologia complessa che coinvolge la risalita di contenuti gastrici, quali acido dello stomaco, cibo e liquidi, dalla parte inferiore dell’ esofago fino alla gola e alla laringe. Questo processo può generare una gamma di sintomi sgradevoli, tra cui bruciore, irritazione e una sensazione di pizzicore o granulosità nella parte posteriore della gola.

A differenza del più comune reflusso gastroesofageo, che si concentra sulla parte inferiore dell’ esofago e dello stomaco, il reflusso laringo-faringeo colpisce principalmente la parte superiore dell’apparato digerente. Questa distinzione è importante poiché i sintomi e le implicazioni della condizione possono variare significativamente.

Il reflusso laringo-faringeo può essere particolarmente debilitante, interferendo con la deglutizione, la respirazione e persino con la voce stessa. Questa condizione può impattare notevolmente sulla qualità della vita di chi ne è affetto, richiedendo spesso una gestione mirata e una comprensione approfondita per trovare sollievo e migliorare il benessere generale.

Reflusso Laringo Faringeo: Sintomi

Il reflusso laringo-faringeo presenta una serie di sintomi distintivi che differiscono da quelli associati al reflusso gastro-esofageo. Mentre il reflusso gastro-esofageo è noto per l’acidità di stomaco e la nausea, il reflusso che coinvolge la laringe e la faringe si manifesta in modi diversi. Tra i sintomi tipici del reflusso laringo-faringeo troviamo:

  • Tosse secca, in particolare dopo i pasti.
  • Sensazione di secchezza e nodo alla gola.
  • Disfonia, ovvero un cambiamento nella voce che può diventare roca o rauca.
  • Eccessiva produzione di muco, accompagnata da dolori alla gola (faringodinia).
  • Bruciore del cavo orale.
  • Aumento della salivazione.
  • Sensazione costante di dover schiarirsi la gola.
  • Mal di gola non associato al raffreddore.
  • Dolore restrosternale.
  • Erosione dentale.

Quali Sono le Cause del Reflusso?

Le cause del reflusso laringo-faringeo possono essere complesse e multifattoriali. A livello dell’estremità superiore e inferiore dell’esofago, sono presenti muscoli che vanno a formare degli anelli chiamati sfinteri. Normalmente, lo sfintere posto tra l’esofago e lo stomaco (cardias), mantiene il contenuto gastrico all’interno dello stomaco, mentre quello tra l’esofago e la laringe (lo sfintere esofageo superiore) impedisce la risalita del contenuto esofageo. Tuttavia, quando gli sfinteri non svolgono correttamente la loro funzione, l’acido dello stomaco può risalire nell’esofago e, potenzialmente, fino alle vie aeree superiori, causando infiammazione alla mucosa nasale e alla gola.

Il malfunzionamento degli sfinteri può essere causato da diversi fattori. Tra le possibili cause ci sono:

  • Dieta: Consumo eccessivo di cibi piccanti, grassi, fritti, cioccolato, bevande gassate, caffè, alcol e altri alimenti che possono irritare lo stomaco e indebolire gli sfinteri.
  • Fumo di sigaretta: Il fumo può indebolire gli sfinteri e aumentare la produzione di acido nello stomaco, favorendo il reflusso.
  • Stress: Livelli elevati di stress possono influenzare negativamente il sistema digestivo e aumentare la sensibilità all’acidità dello stomaco.
  • Gravidanza: Durante la gravidanza, gli ormoni possono rilassare gli sfinteri esofagei, mentre la pressione dell’utero in crescita sull’addome può contribuire al reflusso.
  • Alcuni farmaci: Alcuni farmaci, come quelli per l’asma, l’ipertensione arteriosa, o i sedativi, possono indebolire gli sfinteri esofagei e aumentare il rischio di reflusso.
  • Disordini digestivi: Condizioni come ernia iatale, gastroparesi, dispepsia funzionale e altre malattie gastrointestinali possono influenzare il funzionamento degli sfinteri e favorire il reflusso.
  • Stile di vita sedentario: La mancanza di attività fisica può influire negativamente sulla digestione e sul funzionamento degli sfinteri esofagei.

Diagnosi del Reflusso Laringo-Faringeo

La diagnosi del reflusso laringo-faringeo può essere complessa a causa della sua presentazione sintomatica non specifica e della sua somiglianza con altre condizioni dell’apparato respiratorio superiore. Tuttavia, una visita con un medico o uno specialista in otorinolaringoiatria può utilizzare diversi approcci per confermare la presenza del disturbo.

Questi possono includere un’accurata anamnesi medica per valutare i sintomi del paziente, esami fisici per individuare eventuali segni di infiammazione o irritazione nella gola e nelle vie aeree, e test diagnostici aggiuntivi come la laringoscopia, che consente una visione diretta delle strutture della gola e della laringe, o la pH-metria esofagea, che misura l’acidità nello stomaco e nell’esofago per determinare la presenza di reflusso acido.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario escludere altre patologie che possono causare sintomi simili, come infezioni delle vie respiratorie superiori o disturbi delle corde vocali. Una diagnosi accurata è fondamentale per avviare un trattamento mirato e alleviare i sintomi del paziente.

reflusso laringo faringeo

Reflusso: Cura e Trattamento

Le cure e i trattamenti per il reflusso laringo-faringeo comprendono una serie di approcci mirati a gestire i sintomi e ad affrontare le cause sottostanti del disturbo. In molti casi, le modifiche dello stile di vita giocano un ruolo fondamentale nel migliorare la condizione. Queste modifiche possono includere regolazioni dietetiche, come evitare cibi noti per aumentare l’acidità gastrica, ridurre le dimensioni delle porzioni e mangiare lentamente per ridurre il rischio di reflusso. Inoltre, è consigliabile evitare di coricarsi immediatamente dopo i pasti e mantenere la testa sollevata durante il sonno per ridurre la risalita degli acidi. L’eliminazione del fumo di sigaretta e la gestione dello stress possono anche essere cruciali nel controllo dei sintomi.

Se le modifiche dello stile di vita da sole non sono sufficienti, il medico potrebbe prescrivere farmaci per ridurre l’acidità dello stomaco e alleviare i sintomi. Gli inibitori di pompa protonica e gli antagonisti del recettore H2 sono farmaci comuni utilizzati per ridurre la produzione di acido gastrico e proteggere la mucosa dell’esofago e della gola dall’irritazione. Tuttavia, è importante utilizzare questi farmaci sotto supervisione medica e seguire le indicazioni del medico riguardo al dosaggio e alla durata del trattamento.

In alcuni casi più gravi o persistenti, potrebbe essere necessario considerare interventi chirurgici o procedure endoscopiche per correggere anomalie strutturali o rafforzare lo sfintere esofageo. Queste opzioni terapeutiche possono essere discusse con uno specialista e valutate in base alla gravità della condizione e alla risposta ai trattamenti conservativi.

È importante sottolineare che il trattamento del reflusso laringo-faringeo è spesso un processo di gestione a lungo termine che richiede una collaborazione continua tra il paziente e il medico per trovare la combinazione ottimale di approcci terapeutici.

Consigli per Prevenire il Reflusso Laringofaringeo

Prevenire il reflusso laringo-faringeo può richiedere un approccio olistico che coinvolga diversi aspetti della vita quotidiana.

Alimentazione

Per prevenire il reflusso laringo-faringeo attraverso l’alimentazione, è fondamentale evitare cibi noti per aumentare l’acidità gastrica e irritare l’esofago e la gola. Tra questi, è consigliabile ridurre o eliminare l’assunzione di cibi piccanti, grassi, fritti, cioccolato, bevande gassate e caffeina. Inoltre, è importante moderare il consumo di cibi acidi, come agrumi e pomodori, che possono contribuire al reflusso. Optare per pasti più leggeri e bilanciati, ricchi di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre può favorire una migliore digestione e ridurre il rischio di reflusso. Inoltre, è consigliabile mangiare lentamente e masticare bene gli alimenti per ridurre la pressione sull’esofago e favorire una corretta digestione. Ridurre le dimensioni delle porzioni e evitare di mangiare troppo vicino all’ora di coricarsi può anche aiutare a prevenire il reflusso notturno. Infine, bere molta acqua durante il giorno può contribuire a mantenere l’equilibrio idrico dell’organismo e favorire una corretta digestione.

Gestione dello stress

Lo stress può avere un impatto significativo sull’apparato digerente, aumentando la sensibilità e contribuendo al reflusso laringo-faringeo. Per gestire lo stress in modo efficace, è consigliabile praticare attività come la meditazione, lo yoga e la respirazione profonda. Inoltre, è consigliabile praticare regolarmente attività fisica. L’esercizio fisico non solo aiuta a rilassare mente e corpo, ma può anche favorire il rilascio di endorfine, sostanze chimiche del cervello che migliorano l’umore e riducono lo stress. Attività come camminate, nuoto o allenamenti leggeri possono essere particolarmente utili per migliorare la salute generale. Inoltre, l’esercizio regolare può favorire la perdita di peso, riducendo ulteriormente il rischio di reflusso.

Gestione del sonno

Per ridurre il rischio di reflusso notturno e favorire un sonno migliore, è consigliabile evitare di coricarsi subito dopo aver mangiato. Inoltre, mantenere la testa leggermente sollevata durante il sonno può aiutare a prevenire la risalita degli acidi gastrici.

Rimedi naturali

Esplorando approcci naturali per affrontare il reflusso laringo-faringeo, puoi integrare tisane lenitive nella tua routine quotidiana per favorire il benessere delle vie respiratorie. Tra le opzioni consigliate vi sono tisane a base di camomilla e malva, note per le loro proprietà calmanti e lenitive. La camomilla è conosciuta per le sue capacità di ridurre l’infiammazione e alleviare l’irritazione della gola, mentre la malva può contribuire ad ammorbidire e lenire le mucose irritate. Un’altra tisana benefica è la menta piperita, che non solo offre sollievo al disagio gastrointestinale, ma può anche aiutare a calmare la sensazione di bruciore nella gola. La radice di liquirizia è anch’essa ampiamente utilizzata per le sue proprietà lenitive sulla mucosa, offrendo un’altra opzione naturale per alleviare l’irritazione della gola e della laringe. Infine, le tisane a base di zenzero possono essere preziose per ridurre l’infiammazione e promuovere la digestione, offrendo un ulteriore sostegno per contrastare il reflusso laringo-faringeo.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello