Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

celiachia cosa mangiare

S.O.S. Celiachia: cosa mangiare e cosa evitare?

Stile di vita sano e Nutrizione
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 25-10-2023

La celiachia è una condizione autoimmune che colpisce milioni di persone in tutto il mondo, ma la sua comprensione e consapevolezza rimangono ancora una sfida per molti. In questo articolo, ci addentreremo nel mondo della celiachia per scoprire cosa significa vivere con questa patologia e quali sono le scelte alimentari fondamentali per gestirla. Dalla ricerca dei prodotti senza glutine a suggerimenti su come evitare contaminazioni incrociate, esploreremo le sfide quotidiane che affrontano coloro che soffrono di celiachia e condivideremo preziosi consigli per garantire una dieta sicura e sana.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente informative e non intendono sostituire il parere di un medico o nutrizionista. Prima di apportare modifiche significative alla propria dieta, è sempre consigliabile consultare un professionista della salute per valutare le esigenze individuali.

Cos’è la celiachia?

La celiachia, conosciuta anche come malattia celiaca, è una patologia autoimmune cronica che colpisce l’intestino tenue in risposta all’assunzione di glutine.

Essenzialmente, il sistema immunitario di una persona affetta da celiachia interpreta erroneamente il glutine come una minaccia per l’organismo e scatena una reazione immunitaria dannosa. Questa risposta immune danneggia le piccole protrusioni chiamate villi presenti nell’intestino tenue, compromettendo l’assorbimento dei nutrienti essenziali dai cibi. Di conseguenza, la celiachia può manifestarsi con una vasta gamma di sintomi, tra cui problemi gastrointestinali, malnutrizione, affaticamento, eruzioni cutanee e persino problemi neurologici.

È importante sottolineare che la celiachia è una condizione a vita e l’unico trattamento efficace è seguire una rigorosa dieta priva di glutine per prevenire danni all’intestino e migliorare la salute generale.

Cause e sintomi dell’intolleranza al glutine

La celiachia ha una componente genetica significativa. In particolare, la presenza dei geni HLA-DQ2 e HLA-DQ8 sembra essere associata a un rischio maggiore. Tuttavia, nonostante la predisposizione genetica, non tutte le persone con questi geni sviluppano la celiachia, il che suggerisce che ci siano anche fattori ambientali coinvolti. Ad esempio, l’esposizione precoce al glutine durante l’infanzia può aumentare il rischio di sviluppare questa patologia.

Sintomi della celiachia

I sintomi della celiachia possono variare ampiamente da persona a persona. Alcuni dei sintomi più comuni includono disturbi gastrointestinali come diarrea cronica, gonfiore addominale, nausea e costipazione. La malnutrizione è un altro segno prominente, poiché la celiachia compromette l’assorbimento dei nutrienti, portando a perdita di peso, debolezza e carenze vitaminiche. Inoltre, molti individui con celiachia sperimentano sintomi extraintestinali come eruzioni cutanee, mal di testa, affaticamento cronico, problemi neurologici e irritabilità.

È importante notare che alcuni individui possono essere asintomatici o avere sintomi lievi, il che rende la diagnosi della celiachia talvolta complessa. La varietà di sintomi rende fondamentale la consulenza medica e i test specifici per una diagnosi accurata.

La diagnosi

La diagnosi della celiachia richiede un processo accurato e specifico. Il passo chiave per la diagnosi è la condotta di esami di laboratorio specifici. Il test più comune è il dosaggio degli anticorpi anti-transglutaminasi tissutale (anti-tTG) e degli anticorpi anti-endomisio (EMA), che sono spesso elevati nei pazienti affetti da celiachia.

In alcuni casi, si può anche eseguire una biopsia dell’intestino tenue per confermare la diagnosi. Durante la procedura, un piccolo campione di tessuto intestinale viene prelevato e analizzato per verificare la presenza di danni caratteristici dei villi intestinali.

È importante notare che, per ottenere risultati precisi, è necessario che il paziente continui a consumare una dieta che contenga glutine fino alla conclusione dei test, poiché l’eliminazione precoce del glutine potrebbe compromettere l’accuratezza della diagnosi. Una volta confermata la celiachia, il trattamento principale consiste nell’adozione di una dieta rigorosamente priva di glutine sotto la supervisione di un dietologo o un nutrizionista.

Celiachia: Cosa Non Mangiare

La dieta del celiaco richiede un’attenta valutazione degli alimenti vietati, poiché anche tracce minime di glutine possono causare danni significativi all’intestino. Per garantire una dieta sicura e priva di glutine, è essenziale conoscere e rispettare le categorie di alimenti da evitare. Ecco un elenco delle principali categorie di alimenti a rischio e cerali vietati:

Cereali Vietati:

  • Frumento: Questo cereale è ampiamente diffuso e si trova in molti prodotti da forno, come pane, pasta, e pasticcini.
  • Orzo: Spesso utilizzato in zuppe, cibi in scatola e persino in alcune bevande maltate.
  • Segale: Utilizzata principalmente per fare il pane di segale e talvolta nelle bevande alcoliche.

Prodotti da Forno:

  • Pane tradizionale, inclusi baguette e focacce.
  • Pasta convenzionale, come spaghetti, tagliatelle e gnocchi.
  • Biscotti e prodotti da forno come croissant e pasticcini.
  • Cereali da Colazione.

Snack, Fast Food e Prodotti Confezionati:

  • Patatine fritte in olio condiviso o condimenti che potrebbero contenere glutine.
  • Alimenti fritti in pastella di frumento.
  • Controlla attentamente l’etichetta degli alimenti confezionati, poiché il glutine può essere utilizzato come additivo o ingrediente nascosto.

Salse, Condimenti e Bevande Alcoliche:

  • Molte salse, tra cui la salsa di soia, possono contenere glutine. Cerca varianti senza glutine.
  • Birra tradizionale, che spesso è a base di orzo o frumento.
  • Alcune miscele di cocktail preconfezionate possono contenere ingredienti a base di glutine.

Nel contesto della celiachia, è cruciale non solo conoscere gli alimenti chiaramente vietati, ma anche prestare attenzione a tutta una serie di “alimenti a rischio” che potrebbero contenere un quantitativo di glutine superiore ai 20 ppm o essere a rischio di contaminazione durante i processi di lavorazione. Tra questi “alimenti a rischio” rientrano:

  • Carni Conservate: Come carne in scatola o in gelatina, che potrebbero contenere additivi a base di glutine. Evitare anche carne e pesce panati, infarinati o cucinati in sughi o addensati con farina contenente glutine.
  • Salumi ed Insaccati: Alcuni tipi di salumi, come la bresaola o affettati di pollo e tacchino, potrebbero utilizzare ingredienti contenenti glutine durante la preparazione.
  • Hamburger: Le preparazioni a base di carne macinata possono essere legate con farina contenente glutine.
  • Omogeneizzati: Alcuni omogeneizzati per bambini possono contenere additivi o ingredienti a base di glutine.
  • Surimi: Utilizzato in alcune preparazioni di pesce, il surimi può essere a rischio di contaminazione.

Per garantire la sicurezza dei celiaci, gli “alimenti a rischio” idonei vengono inseriti nel Prontuario AIC (Associazione Italiana Celiachia) degli alimenti, e tali prodotti devono riportare in etichetta la dicitura “senza glutine” e, se del caso, il simbolo della spiga barrata conferito dalle associazioni per la celiachia. Queste precauzioni sono essenziali per evitare possibili contaminazioni e assicurare che gli alimenti siano adatti per chi segue una dieta priva di glutine.

celiachia cosa mangiare

Contaminazioni Incrociate e la Celiachia

Le contaminazioni incrociate sono una delle principali preoccupazioni per i celiaci. Si verificano quando cibi naturalmente privi di glutine entrano in contatto con glutine o vengono preparati nello stesso ambiente di alimenti contenenti glutine. Anche tracce minime di glutine possono causare danni significativi all’intestino dei celiaci. Pertanto, è essenziale adottare precauzioni rigorose per evitare contaminazioni incrociate in cucina e in ambiente domestico. Questo include il controllo delle etichette degli alimenti e l’evitare il consumo di cibi preparati in ristoranti che non seguono pratiche di cucina senza glutine.

La consapevolezza e l’attenta gestione delle contaminazioni incrociate sono essenziali per garantire la sicurezza e la salute dei celiaci.

Cosa può mangiare un celiaco: Alimenti permessi

Passando dalla lista degli alimenti vietati a quelli concessi, è fondamentale comprendere quali opzioni hanno il via libera nell’alimentazione di chi soffre di celiachia. Un’adeguata conoscenza delle categorie di alimenti privi di glutine è cruciale per creare una dieta equilibrata e salutare per i celiaci. Ecco un elenco delle categorie di alimenti che possono mangiare i celiaci:

  • Cereali senza Glutine: Riso, mais, grano saraceno, miglio, quinoa e amaranto sono ottime alternative ai cereali vietati.
  • Farine Senza Glutine: Farine di riso, mais, mandorle, cocco e patate possono essere utilizzate per cucinare e preparare dolci e panificati senza glutine.
  • Prodotti da Forno Senza Glutine: Pane e pasta senza glutine sono ampiamente disponibili nei supermercati. Si possono trovare anche biscotti, torte e altri dolci senza glutine.
  • Frutta e Verdura Fresca: Tutti i tipi di frutta e verdura fresca sono privi di glutine e dovrebbero costituire una parte fondamentale dell’alimentazione dei celiaci.
  • Proteine Magre: Tutti i tipi di carne, bianca o rossa, al naturale, prosciutto crudo. Pesce, uova e legumi sono opzioni proteiche eccellenti per i celiaci.
  • Prodotti Lattiero-Caseari: Latte, formaggio, yogurt e molti prodotti lattiero-caseari sono generalmente privi di glutine, ma è importante verificare le etichette per evitare contaminazioni incrociate.
  • Frutta a Guscio: Noci, mandorle, nocciole e altre frutta a guscio sono concessi nella dieta dei celiaci e possono essere una fonte di energia e nutrienti.

Fornendo una vasta gamma di opzioni alimentari, questa lista dimostra che l’ alimentazione dei celiaci può essere varia e nutriente, a condizione che si presti attenzione a evitare contaminazioni incrociate e si faccia una corretta scelta degli alimenti.

ATTENZIONE

Nel caso della celiachia, la consulenza di un nutrizionista è di fondamentale importanza per garantire una dieta equilibrata e gluten free. Un nutrizionista specializzato in celiachia può aiutare a pianificare pasti nutrienti che soddisfano le esigenze nutrizionali individuali, evitando carenze di vitamine e minerali che possono insorgere a causa delle restrizioni dietetiche. Inoltre, il nutrizionista può offrire preziosi consigli su come scegliere gli alimenti, interpretare le etichette degli alimenti, evitare contaminazioni incrociate in cucina e in ambiente domestico, e trovare alternative deliziose ai cibi proibiti.

Una dieta ben pianificata sotto la guida di un professionista esperto può contribuire a migliorare la qualità della vita dei celiaci e a garantire che ricevano tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per stare bene.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello