Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

stipsi stitichezza

Stipsi (stitichezza): Cos’è, cause e rimedi

Stile di vita sano e Nutrizione
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 13-12-2023

La stitichezza, anche nota come stipsi, è un disturbo gastrointestinale molto diffuso che può influenzare la qualità della vita di molte persone. Caratterizzata dalla difficoltà nell’evacuazione delle feci e da movimenti intestinali irregolari, la stitichezza può derivare da una varietà di cause, tra cui stile di vita, dieta, mancanza di attività fisica e problemi medici sottostanti. Questo articolo esplorerà in dettaglio cos’è la stitichezza, le sue possibili origini e offrirà suggerimenti pratici per alleviare questo fastidioso problema. Scopriremo come adottare un approccio equilibrato per prevenire la stipsi e esamineremo i rimedi disponibili per migliorare la funzione intestinale.

Che cos’è la stipsi?

La stitichezza, o stipsi, è un disturbo gastrointestinale caratterizzato da difficoltà o irregolarità nell’evacuazione intestinale. La regolarità dei movimenti intestinali varia individualmente, ma generalmente la frequenza di evacuazione dovrebbe essere da tre evacuazioni al giorno a tre alla settimana.

In sostanza la stipsi, si verifica quando il passaggio delle feci attraverso il colon è rallentato, determinando una frequenza ridotta dei movimenti intestinali e una maggiore consistenza (compattezza) delle feci. I sintomi comuni includono la difficoltà effettiva nel defecare, la sensazione di evacuazione incompleta e l’indolenzimento addominale.

La stitichezza può diventare un problema cronico, con impatti significativi sulla qualità della vita. La gestione efficace di questo disturbo spesso coinvolge modifiche dello stile di vita, un’adeguata assunzione di fibre, una corretta idratazione e, in alcuni casi, l’utilizzo di farmaci. Comprendere la natura della stitichezza è cruciale per adottare approcci mirati nella gestione e nella prevenzione di questo comune problema gastrointestinale.

I sintomi della stitichezza

I sintomi della stitichezza sono diversificati e possono manifestarsi in modi che influenzano significativamente il benessere quotidiano. Tra i segni più comuni, vi è la percezione di una difficile evacuazione intestinale, spesso associata a sensazioni di gonfiore e distensione addominale. Molte persone affette da stitichezza lamentano la sensazione di svuotamento incompleto, nonostante gli sforzi. La consistenza delle feci può diventare più dura, contribuendo ulteriormente alla difficoltà nel passaggio attraverso il colon. Altri sintomi possono includere l’insorgenza di dolore durante la defecazione e una ridotta frequenza dei movimenti intestinali. Inoltre, la stipsi può aumentare il rischio di sviluppare emorroidi, a causa dello sforzo e della pressione prolungata durante i movimenti intestinali difficoltosi.

È importante riconoscere questi segnali, poiché una tempestiva identificazione dei sintomi può guidare verso una gestione più efficace della stitichezza e prevenire il passaggio a una condizione cronica.

ATTENZIONE: Nella maggior parte dei casi, la stipsi è una condizione di natura benigna; tuttavia, se si manifesta improvvisamente in adulti con una storia familiare di tumori intestinali, presenza di sangue nelle feci, perdita di peso o sviluppo di anemia, è consigliabile consultare il medico curante per eseguire esami del sangue e strumentali. La complicazione più grave associata alla stipsi è l’occlusione intestinale, causata dalla formazione del cosiddetto “fecaloma”, un accumulo di feci che può verificarsi in qualsiasi tratto del colon. Se non trattato adeguatamente, questa condizione può portare a ischemia rettale.

Quali sono le cause della stipsi?

La stipsi, o stitichezza, è un disturbo gastrointestinale che può derivare da diverse cause; le origini della stipsi possono essere varie e comprendere fattori di stile di vita, dieta, e condizioni mediche sottostanti. Di seguito, parleremo delle principali cause della stipsi:

  • Dieta povera di fibre: Una dieta carente di alimenti ricchi di fibre può contribuire alla stipsi. Le fibre favoriscono la formazione di feci più morbide e voluminose, facilitando il passaggio attraverso il colon.
  • Idratazione insufficiente: La disidratazione può rendere le feci più dure e difficili da evacuare. Un’adeguata idratazione è essenziale per mantenere una consistenza ottimale delle feci.
  • Inattività fisica: La mancanza di attività fisica può rallentare il movimento intestinale, contribuendo alla stipsi. L’esercizio regolare favorisce la salute intestinale.
  • Farmaci: Alcuni farmaci, come alcuni antidolorifici, antidepressivi e antipertensivi, possono causare stipsi come effetto collaterale.
  • Disturbi del sistema nervoso: Problemi neurologici, come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson, possono influenzare le funzioni dell’ intestino, portando alla stipsi.
  • Sindrome dell’intestino irritabile (IBS): Questa condizione può causare irregolarità nel movimento intestinale, contribuendo alla stitichezza in alcuni individui.
  • Gravidanza: Le variazioni ormonali e la pressione dell’utero in crescita sull’intestino possono portare a problemi di stipsi nelle donne in gravidanza.
  • Disfunzioni ormonali: Cambiamenti nei livelli ormonali, come quelli associati alla menopausa, possono influenzare la regolarità intestinale.

Comprendere le molteplici cause della stipsi è fondamentale per una gestione mirata e per adottare strategie preventive adeguate.

La diagnosi della stipsi

Il processo diagnostico per la stipsi inizia con un’attenta anamnesi e un esame clinico condotti dal medico. Le procedure diagnostiche mirano a individuare le cause organiche o funzionali della stitichezza, selezionate in base ai sintomi del paziente e ai dati clinici rilevati. Tra le tecniche utilizzate:

  • Clisma opaco a raggi x: Utilizza il bario per visualizzare l’anatomia del colon, rivelando condizioni come il dolicocolon o la presenza di polipi.
  • Defecografia: Un esame radiologico che valuta la funzionalità dell’apparato anorettale, opacizzando le ultime porzioni del colon.
  • Colonscopia: Esamina l’intero colon attraverso uno strumento flessibile con telecamera, consentendo anche la rimozione di polipi.
  • Colonscopia virtuale: Utilizzata quando la colonscopia tradizionale non è praticabile, si basa sulla ricostruzione tridimensionale delle immagini ottenute da scanner.
  • Manometria anorettale: Valuta le pressioni del canale anale, verificando l’integrità del plesso nervoso nella parete del retto.
  • Studio dei tempi di transito intestinale: Misura il tempo di espulsione di marcatori radio-opachi, diagnosticando la “stipsi da rallentato transito intestinale”.

Trattamenti e rimedi contro la stitichezza

Affrontare la stitichezza richiede un approccio olistico che vada oltre la semplice gestione dei sintomi. I trattamenti e i rimedi contro la stitichezza sono diversificati e mirano non solo a favorire il sollievo immediato, ma anche a modificare i fattori sottostanti che contribuiscono al disturbo. Dalla dieta e lo stile di vita alle opzioni farmacologiche, esploriamo le strategie più efficaci per contrastare la stitichezza e migliorare la salute intestinale complessiva.

Dieta e alimetazione

Una corretta alimentazione è un pilastro fondamentale nel trattamento della stitichezza. L’aumento dell’apporto di fibre è una strategia chiave per migliorare la regolarità intestinale. Le fibre insolubili, presenti in alimenti come crusca di cereali integrali, frutta e verdura, aggiungono volume alle feci e agevolano il loro passaggio attraverso il tratto digestivo. Le fibre solubili, come quelle contenute in avena, legumi e alcune verdure, contribuiscono a mantenere un ambiente intestinale sano e favoriscono la formazione di feci morbide.

Inoltre, l’integrazione di alimenti probiotici, come lo yogurt e i fermenti lattici, può favorire l’equilibrio della flora intestinale. Questi microrganismi benefici contribuiscono a mantenere un ambiente intestinale sano, migliorando la digestione e la regolarità.

Un approccio equilibrato all’alimentazione, combinato con l’attenzione alla varietà e alla qualità degli alimenti consumati, può svolgere un ruolo cruciale nel mitigare la stitichezza e promuovere una salute intestinale ottimale. Consultare un professionista della salute o un dietologo può aiutare a personalizzare un piano alimentare adatto alle esigenze individuali.

Idratazione

Mantenere un adeguato livello di idratazione è essenziale per garantire un corretto funzionamento dell’apparato digerente e favorire la regolarità intestinale. L’acqua svolge diversi ruoli nel processo digestivo. Innanzitutto, contribuisce a mantenere le feci morbide, facilitando il loro passaggio attraverso il tratto intestinale. Un’adeguata idratazione favorisce inoltre l’efficace azione delle fibre, che richiedono liquidi per espletare al meglio le loro funzioni.

La quantità di acqua necessaria può variare da persona a persona, ma un consumo giornaliero di almeno otto bicchieri d’acqua è generalmente raccomandato per sostenere la salute intestinale. È importante adattare l’assunzione di liquidi in base a fattori come il clima, l’attività fisica e le esigenze individuali.

Oltre all’acqua, tè non zuccherati e bevande a base di frutta possono contribuire all’idratazione. Al contrario, è consigliabile limitare il consumo di bevande ricche di zuccheri e caffeina, in quanto possono avere effetti diuretici che potrebbero contribuire alla disidratazione.

Attività fisica

L’attività fisica è essenziale nel trattamento della stitichezza. Il regolare esercizio fisico stimola il movimento intestinale e migliora la funzionalità dell’apparato digerente. L’esercizio contribuisce al controllo del peso, riducendo il rischio di stitichezza associata all’obesità. Inoltre, aiuta a gestire lo stress, il quale può impattare negativamente sulla funzione intestinale. Integrare l’attività fisica nella routine quotidiana non solo promuove la salute generale, ma incentiva anche abitudini positive che contribuiscono alla regolarità intestinale.

Farmaci e integrazione

In alcune situazioni, l’uso di farmaci può essere una componente importante nella gestione dei sintomi della stitichezza. I lassativi, ad esempio, possono aiutare ad aumentare la frequenza dei movimenti intestinali e ammorbidire le feci. Tuttavia, l’uso regolare di lassativi dovrebbe essere supervisionato da un professionista della salute, poiché un utilizzo eccessivo può portare a dipendenza e compromettere la normale funzione intestinale. Altri farmaci, come gli ammorbidenti delle feci e gli agenti prokinetici, possono essere prescritti in base alle esigenze individuali e alla gravità della stitichezza.

Anche l’integrazione nutrizionale è un’opzione che può essere considerata per rafforzare la salute intestinale. L’assunzione di fibre supplementari o di integratori specifici può aiutare a colmare eventuali carenze nutrizionali e potenziare gli effetti positivi di una dieta equilibrata. Gli integratori probiotici possono essere utili nel promuovere l’equilibrio della flora intestinale, migliorando la digestione e contribuendo alla regolarità intestinale.

ATTENZIONE: Prima di iniziare ad assumere farmaci, è consigliabile consultare un professionista della salute per una valutazione personalizzata e una supervisione adeguata.

Buone abitudini quotidiane

Per promuovere la salute intestinale, è fondamentale adottare buone abitudini quotidiane in aggiunta a una dieta sana ed equilibrata. Gestire lo stress e migliorare l’umore svolgono un ruolo essenziale, così come mantenere orari regolari per i pasti. Dedicare il giusto tempo alle funzioni fisiologiche, seguendo una routine mattutina, è un modo per favorire una regolare attività intestinale. Inoltre, è importante rispondere prontamente agli stimoli naturali dell’intestino e evitare di ritardare l’evacuazione. Queste buone abitudini quotidiane non solo contribuiscono a prevenire la stitichezza, ma promuovono anche un benessere generale.

Integratori Alimentari: Grani di Herbe

Grani di Herbe di Nutracle è la formulazione perfetta per regolare il transito gastro intestinale, stimolare motilità e la peristalsi, contrastando gli stati di stitichezza e costipazione. Grazie agli estratti di erbe al suo interno, agisce in sinergia per favorire la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali riducendo il gonfiore addominale.

La Senna è infatti il lassativo di origine vegetale più utilizzato in erboristeria ed è indicato nei casi di stipsi, stitichezza e irregolarità intestinali. All’interno della formula la presenza di Finocchio stimola il tratto digerente facilitando la peristalsi svolgendo un’azione emolliente e lenitiva del sistema digerente, come di depurazione dell’organismo. Il Rabarbaro è indicato invece per aiutare l’apparato digerente nella digestione dei cibi.

ATTENZIONE: Il prodotto è sconsigliato in caso di gastriti, coliti, diverticoliti, appendiciti e in caso di gravidanza.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello