Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
PROMO 1x CHOCO NUTS IN REGALO
Arriva a 19.90€ di prodotti aggiunti in carrello
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione sempre Gratuita

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione sempre Gratuita

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

Stitichezza in gravidanza

Stitichezza in gravidanza: cause e rimedi

Senza categoria
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 14-12-2023

La stitichezza è un problema comune che può affliggere persone di ogni età e genere, ma può divenire particolarmente frequente nelle donne in dolce attesa a causa dei significativi cambiamenti ormonali e fisici che si manifestano dalle prime settimane fino al termine della gestazione. Questo disturbo può essere accentuato anche da una dieta carente di fibre e liquidi, nonché da uno stile di vita sedentario.

In questo articolo esploreremo le cause della stitichezza in gravidanza e forniremo consigli utili su come migliorare il transito intestinale, offrendo soluzioni pratiche per affrontare questo comune disagio durante la gestazione.

ATTENZIONE: Le informazioni fornite in questo articolo sono puramente informative e non devono sostituire il parere professionale di un medico. Prima di apportare qualsiasi cambiamento alla propria dieta, stile di vita o iniziare qualsiasi regime di trattamento, è fortemente consigliato consultare un professionista della salute, soprattutto in situazioni delicate come la gravidanza.

Le cause della stitichezza in gravidanza

La stitichezza in gravidanza trova una delle principali cause nei cambiamenti ormonali, e due ormoni, il progesterone e l’aldosterone, sono i principali artefici di questo disturbo. Nei primi stadi della gestazione, ilprogesterone assume un ruolo chiave, inducendo la stipsi già fin dalle prime settimane. Questo ormone, con la sua azione miorilassante, volta a prevenire le contrazioni dell’utero, influisce anche sulla peristalsi intestinale, riducendo l’intensità delle contrazioni peristaltiche e causando feci disidratate e compatte, creando così le condizioni giuste per la stitichezza.

La complessità della situazione si accentua verso il quarto mese di gravidanza, quando l’utero aumenta di volume per accogliere la crescita del feto, ma contemporaneamente esercita pressione sull’intestino, ostacolando il normale transito fecale. Durante il terzo trimestre infine, si registra un aumento dei livelli di aldosterone, un ormone che favorisce l’assorbimento di liquidi ed elettroliti, causa dell’ulteriore rallentamento della motilità intestinale. È quindi comune che la stitichezza si manifesti anche nelle fasi finali della gravidanza, sorprendendo talvolta le donne che pensavano di averla evitata.

I sintomi

Durante la gravidanza, la stitichezza può manifestarsi attraverso una serie di sintomi che possono variare in intensità da donna a donna. Uno dei segnali più comuni è la difficoltà nel passaggio delle feci, che possono diventare secche, compatte e richiedere uno sforzo eccessivo durante l’evacuazione. Altri sintomi associati includono gonfiore addominale, sensazione di pienezza, e a volte, dolore o disagio durante i movimenti intestinali.

Una conseguenza significativa associata alla stitichezza è la comparsa delle emorroidi, vene varicose nei vasi sanguigni del retto, una problematica molto comune durante la gestazione e che colpisce circa il 30% delle donne in gravidanza. La stitichezza accentua il rischio di emorroidi, poiché le feci dure e scarsamente idratate tendono ad irritare la mucosa anale. L’infiammazione delle emorroidi, a sua volta, rende più difficile e fastidiosa l’evacuazione intestinale, creando un circolo che può aggravare ulteriormente la stitichezza.

Un elemento aggiuntivo che può favorire lo sviluppo della stitichezza è la diminuzione dell’attività fisica, soprattutto intorno all’ottavo mese di gravidanza, ma spesso anche prima. Questa diminuzione avviene naturalmente per via delle restrizioni nei movimenti imposte dal pancione, dai frequenti dolori alla schiena e dalla stanchezza che può insorgere fin dalle prime settimane di gravidanza.

È cruciale affrontare tempestivamente la stitichezza in gravidanza per prevenire o gestire queste complicazioni, eventualmente consultando un professionista per un piano di gestione personalizzato.

Stitichezza in gravidanza

3 Consigli per prevenire la stitichezza in gravidanza

Affrontare la stitichezza durante la gravidanza è una preoccupazione comune per molte future mamme. Tuttavia, adottare strategie preventive può fare la differenza nel promuovere un transito intestinale sano e mitigare potenziali disagi. In questo contesto, esploriamo tre preziosi consigli che possono aiutare a prevenire la stitichezza durante la gravidanza, offrendo soluzioni pratiche per mantenere il benessere gastrointestinale durante questo periodo cruciale della vita di una donna.

Alimentazione

Per contrastare la stitichezza in gravidanza, un approccio alimentare equilibrato gioca un ruolo fondamentale. Gli alimenti particolarmente efficaci nella prevenzione della costipazione sono quelli ricchi di fibre. Vediamo insieme una lista di alimenti che non dovrebbe mai mancare in tavola:

  • Frutta come pere, mele, prugne, albicocche, kiwi, ciliegie e cachi, possono essere consumati sia freschi che sotto forma di frullati, smoothie o centrifughe (senza aggiunta di zucchero)
  • Verdure, le insalate a foglia verde o rossa (come catalogna, radicchio, spinaci), carote, zucchine, zucca, finocchi, cipolle, pomodori, cavolfiori, e rape sono scelte eccellenti. È consigliabile condire le verdure con olio extra-vergine di oliva, che non solo ammorbidisce le feci, ma favorisce anche il transito intestinale.
  • Evitare i grassi saturi, come il burro, e i cibi fritti, che possono appesantire la digestione e ostacolare il normale funzionamento dell’ intestino.

Attività fisica

Da non sottovalutare l’importanza dell’attività fisica in gravidanza, ovviamente se approvata dal proprio medico di fiducia. L’esercizio fisico stimola la peristalsi e agevola il transito intestinale, mentre contemporaneamente allevia tensioni e stress, spesso correlati alla comparsa della stipsi.

Durante la dolce attesa, attività come camminate e nuoto risultano particolarmente consigliate. Una semplice passeggiata quotidiana di 30-45 minuti, svolta a passo sostenuto, può apportare notevoli benefici intestinali. In alternativa, la ginnastica leggera in acqua o a terra e la cyclette (per almeno 45 minuti, due volte alla settimana) sono opzioni altrettanto valide per mantenere un adeguato livello di attività fisica e contrastare la stitichezza.

Idratazione

Un’adeguata dieta per contrastare la stitichezza richiede il consumo abbondante di liquidi. In questo contesto, l’acqua naturale rappresenta il punto di riferimento principale, importante selezionarne una di alta qualità, microbiologicamente pura e a basso contenuto di sodio.

Se, oltre alla stitichezza, si sperimentano anche sensazioni di gonfiore e flatulenza, le tisane a base di finocchiopossono risultare benefiche. Questa pianta è nota per la sua capacità di favorire la digestione, ridurre la produzione di gas intestinale e alleviare alcuni sintomi associati al colon irritabile.

È consigliabile invece, moderare il consumo di tè, caffè e altre bevande contenenti caffeina, specialmente se zuccherate o addizionate con dolcificanti artificiali. Dovrebbero essere evitate completamente le bevande alcoliche di qualsiasi tipo, come vino, birra, aperitivi, cocktail e superalcolici, in quanto possono causare disidratazione e comportare una serie di effetti tossici sia per l’organismo della donna sia, soprattutto, per il feto in sviluppo.

Rimedi contro la stipsi in gravidanza

Oltre alle strategie già menzionate di dieta, idratazione e attività fisica, esistono ulteriori approcci e rimedi che possono essere considerati per affrontare la stitichezza durante la gravidanza. L’uso di integratori di fibre può essere una scelta efficace, ma è importante discuterne con il medico prima di introdurli nella routine quotidiana. La fibra aggiuntiva può facilitare il transito intestinale e contribuire a prevenire la stitichezza.

I probiotici sono un’altra opzione da esplorare. Questi microrganismi benefici possono favorire l’equilibrio della flora intestinale, migliorando la digestione e la regolarità intestinale. I probiotici non inducono direttamente effetti lassativi, ma, ottimizzando la composizione e l’attività della microflora intestinale, favoriscono un miglioramento nella consistenza delle feci e nel transito intestinale.

semi di lino

3 Trucchi casalinghi contro la stitichezza

Ci sono diversi trucchi casalinghi che possono contribuire a contrastare la stitichezza durante la gravidanza. Tuttavia, è sempre consigliabile consultare il proprio medico prima di provare nuovi rimedi, specialmente durante la gestazione. Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Prugne o succo di prugne: Le prugne e il succo di prugne contengono sostanze che possono agire come lievi lassativi naturali, aiutando a stimolare il transito intestinale.
  2. Acqua calda: Iniziare la giornata con un bicchiere di acqua calda può stimolare l’apparato digerente e favorire il movimento intestinale.
  3. Yogurt con probiotici: Il consumo di yogurt con probiotici può aiutare a mantenere un equilibrio sano della flora intestinale, promuovendo la regolarità intestinale. Prova ad aggiungere anche dei semi di lino allo yogurt, sono una fonte eccellente di fibre, sia solubili che insolubili. Le fibre sono fondamentali per la salute digestiva, contribuendo a regolare il transito intestinale, prevenire la stitichezza e favorire la formazione di feci morbide.

La consulenza regolare con il medico durante la gravidanza è essenziale per adattare i rimedi alle esigenze specifiche della gestante e per garantire la sicurezza del bambino in sviluppo. La stitichezza in gravidanza può variare notevolmente da donna a donna, e un approccio personalizzato sotto la guida di un professionista della salute può contribuire a trovare le soluzioni più adeguate per gestire questo comune disagio.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 15% PER SEMPRE

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
3 coupon validi per tutti i tuoi futuri acquisti.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
PROMO 1x CHOCO NUTS IN REGALO
Arriva a 19.90€ di prodotti aggiunti in carrello
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello