Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

Menopausa e stitichezza

Stitichezza in menopausa: cosa fare?

Scienza
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Redazione
Pubblicato il: 25-09-2023

Lo sapevi che menopausa e stitichezza possono andare spesso di pari passo?

Vampate di calore, irritabilità, insonnia, umore altalenante, dolori articolari e muscolari sono tipici di questa fase, ma vogliamo invece parlare della pancia gonfia, della continua sensazione di oppressione tra stomaco ed intestino, dell’ aria nella pancia e della difficoltà ad andare in bagno?

Questi sono solo alcuni dei sintomi con cui spesso si trovano a dover convivere le donne durante la menopausa. Ma come mai?

I cambiamenti ormonali che si verificano durante la delicata fase della menopausa possono alterare il normale funzionamento dell’ apparato digerente, andando a creare problemi di gonfiore addominale e anche di intestino pigro.

Per fortuna ci sono alcune cose che si possono fare per alleviare la stitichezza in menopausa!

In questo articolo ne parleremo più approfonditamente.

Le cause del gonfiore addominale in menopausa

La relazione tra menopausa e stitichezza è molto più stretta di quello che si può pensare, si tratta infatti di un problema molto comune!

La causa principale del gonfiore addominale in menopausa, che può poi sfociare in stitichezza, è l’ alterazione e il cambiamento dei livelli ormonali. Questo può causare il rilassamento dei muscoli dell’ apparato digerente, causando il rallentamento del movimento del cibo attraverso l’ intestino w portando ad un accumulo di gas e feci ed il conseguente gonfiore.

Un altro motivo del “gonfiore” è l’ accumulo di grasso a livello dell’ addome, un effetto molto comune con cui spesso si deve iniziare a convivere durante la menopausa.

I sintomi possono essere davvero fastidiosi, in quanto ci si ritrova a vivere con la perenne sensazione gonfiore, distensione addominale, crampi, stipsi o diarrea, meteorismo e talvolta anche con la nausea.

Cerchiamo di capire meglio quali sono le cause di questa problematica!

Menopausa e stitichezza

Alterazioni ormonali

Ebbene sì, quando si entra in menopausa, gli ormoni iniziano ad “impazzire”, andando ad interferire anche con la regolarità intestinale e con il livello di grasso e ritenzione idrica che il corpo accumula.

Fisiologicamente ci gonfiamo a causa di un maggior accumulo di liquidi o gas da parte del nostro corpo che in qualche modo non riesce a smaltirli.

In questo caso i colpevoli risultano proprio gli ormoni, in particolare il progesterone e gli estrogeni, le cui fluttuazioni causano l’ aumento della ritenzione idrica, del gas intestinale e di conseguenza del gonfiore.

Flora batterica intestinale

Con l’ inizio della menopausa, oltre alle fluttuazioni dei livelli ormonali, anche la flora batterica intestinale inizia a perdere il suo equilibrio.

Con l’ avanzare dell’ età, il metabolismo della donna rallenta, e anche il microbiota si trova a dover affrontare nuove difficoltà!

Il microbiota, composto appunto dalla flora batterica, è di vitale importanza per il benessere dell’ organismo dell’ essere umano, tra le sue funzioni troviamo:

  • Sintetizzare vitamine necessarie all’ organismo
  • Aiutare l’ organismo a liberarsi di alcune sostanze o batteri nocivi
  • Regolare il sistema immunitario
  • Proteggere la mucosa intestinale dall’ attacco di batteri

Come vedi lo squilibrio della flora batterica non è da sottovalutare, anche perché se lo aggiungiamo ad un’ alimentazione squilibrata e al fisiologico rallentamento della motilità intestinale, non può che portare a problemi di stitichezza, disbiosi o alla sindrome del colon irritabile.

Alimentazione

Lo avrai già sentito dire un milione di volte, ma l ‘alimentazione è davvero importante, anche e a maggior ragione in menopausa!

Gli alimenti che decidi di portare in tavola giocano un ruolo fondamentale sul gonfiore addominale e su eventuali problemi di irregolarità intestinale. Tutto questo si va a sommare anche al rallentamento del metabolismo che renderà molto più lungo il processo digestivo.

Ad esempio, una dieta povera di fibre e magari troppa ricca di proteine o prodotti industriali potrebbe giocare a sfavore del tuo intestino.

Non solo, ricordati anche di masticare lentamente, per non ingerire aria in eccesso e anche per rendere più semplice la digestione a stomaco ed intestino.

Continua a leggere per scoprire anche quali sono gli alimenti da evitare e quali da preferire in caso di stitichezza e pancia gonfia!

Fegato e pancia gonfia

Torniamo a parlare di ormoni, infatti gli estrogeni sono anche i principali regolatori della produzione di bile nel fegato.

Con l’ arrivo della menopausa, come abbiamo visto, i livelli di estrogeni iniziano a diminuire, questo può portare alla diminuzione di produzione di bile, necessaria per regolare le funzionalità dell’ intestino e la consistenza delle feci.

Le feci non adeguatamente “idratate” infatti, tendono a seccarsi e ad accumularsi nel colon, favorendo così l’ aumento dei gas intestinali.

Sedentarietà

Non ti scordare mai dell’ importanza dell’ attività fisica!

Muoversi regolarmente aiuta non solo l’ equilibrio del peso corporeo, ma anche le funzionalità di tutti gli organi, compreso l’ intestino.

Scegli lo sport che più preferisci, anche in base alle tue disponibilità, una camminata, jogging, yoga o pilates (ottimi per rinforzare l’ addome)… l’ importante è dedicare un po’ di tempo al tuo benessere, sia fisico che mentale.

Come aiutare l’intestino in menopausa?

Abbiamo parlato delle cause scatenanti della stitichezza in menopausa, ma non ti preoccupare, per fortuna esistono anche dei rimedi… o meglio, alcuni accorgimenti che si possono prendere per alleviare i sintomi della pancia gonfia e dell’ irregolarità intestinale, così da poter aiutare lo stomaco e l’ intestino in menopausa.

Dieta sana ed equilibrata

Trova il tuo equilibrio nella dieta, cerca di fare 4/5 pasti al giorno; più pasti, ma meno abbondanti ti aiuteranno a mantenere stabile la glicemia e in movimento il metabolismo.

In caso di stipsi, prediligi per un po’ di giorni alimenti ricchi di fibre, le quali aiuteranno ad aggiungere massa alle feci, facilitandone il movimento nell’ apparato digerente e il transito intestinale. Buone fonti di fibre sono la frutta, la verdura, i cereali integrali e i fagioli.

Se invece soffri di diarrea, probabilmente stai abusando un po’ troppo delle fibre, cerca di ridurne la quantità(25/30gr al giorno).

ATTENZIONE: questi consigli alimentari non vogliono in alcun modo sostituire il parere del medico o del nutrizionista. In caso di un disturbo come stipsi, diarrea, o gonfiore addominale cronico prima di iniziare una dieta o un trattamento, è sempre consigliato chiedere prima il parere del proprio medico,

Di seguito un riepilogo di alcuni alimenti che sarebbe meglio preferire nella propria dieta, ed altri che sarebbe meglio evitare. Vediamo insieme quali sono:

Includi alimenti come:

  • Cereali integrali (quinoa, miglio, orzo, farro o riso integrale)
  • Legumi, solo se ben tollerati (fagioli, lenticchie…)
  • Noci e semi
  • Frutta e verdura fresca e di stagione
  • Spezie come zenzero, menta e anche il peperoncino
  • Se ben tollerati, yogurt ricchi di fermenti lattici e probiotici (kefir, yogurt bianco, skyr)

Alimenti contro stitichezza

Evita invece gli alimenti che possono contribuire alla stitichezza, come ad esempio:

  • Latticini, soprattutto in caso di intolleranze.
  • Alimenti trasformati ricchi di zuccheri e grassi saturi (snack, biscotti, cracker, grissini, salse)
  • Carne rossa e molto grassa
  • Caffeina e alcool

Idratazione

Ricordati di bere molti liquidi, almeno 2 litri d’acqua al giorno; ti aiutano a mantenere il movimento dell’ apparato digerente, aiutandolo anche nel processo di digestione.

Esercizio fisico

L’esercizio fisico regolare abbiamo visto che può aiutare ad alleviare la stitichezza mantenendo in movimento gli organi. Non solo, aiuta anche a combattere lo stress e a prevenire l’ insonnia, un sintomo molto comune durante la menopausa.

Evita però estenuanti sessioni dedicate agli addominali, non saranno quelle ad aiutarti a contrastare il gonfiore e il grasso addominale; scegli uno sport che ti piace e magari alterna sessioni aerobiche a sessioni di forza.

Integrazione e farmaci

ATTENZIONE: prima di decidere di assumere farmaci chiedere sempre il parere del proprio medico.

Per combattere ed alleviare la stitichezza in menopausa, esistono numerosi farmaci come lassativi, ammorbidenti e antispastici.

Più delicati sull’ organismo e decisamente consigliati sono Probiotici, Fermenti Lattici e Integratori.

Fermenti Lattici e Probiotici servono a mantenere l’ equilibrio e il benessere della flora batterica intestinale(microbiota); la loro assunzione è consigliata proprio quando il microbiota ha bisogno di essere ripopolato e riequilibrato.

Se assunti regolarmente e al bisogno, aiutano:

  • A ricolonizzare l’intestino di batteri buoni
  • Riducono il pH intestinale per favorire la crescita della flora batterica
  • Migliorano la produzione di muco
  • Contrastano il proliferare di batteri nocivi
  • Migliorano le difese immunitarie intestinale (contro candida e altra patologie)

Generalmente ne viene consigliata l’ assunzione per almeno 2 settimane, così da trarne maggiori benefici. Ricorda però che non sarà la sola integrazione a fare il miracolo, le abitudini alimentari e il tuo stile di vita faranno la differenza nella battaglia contro il gonfiore addominale e la stitichezza!

N.B. Se i sintomi dev’essere persistere e diventare troppo debilitanti è consigliato rivolgersi al parere del proprio medico o ginecologo di fiducia, o eventualmente in un centro di ginecologia per effettuare alcuni test di controllo.

Integrazione per la menopausa e la stitichezza

SERESIL DONNA

Seresil Donna di Nutracle è un Integratore alimentare a base di estratti di Griffonia, Cimicifuga, Soia e Salvia, utile al contrasto dei disturbi associati al ciclo mestruale ed alla menopausa.

  • Con Griffonia titolata in 5-HTP, sostiene il normale tono dell’umore, contribuisce al benessere mentale e aiuta a contrastare il senso di fame.
  • Con l’aggiunta di un complex di Vitamine tra cui B6, D, B5 (Acido pantotenico) e Biotina, aiuta il mantenimento di pelle e capelli normali e supporta le prestazioni mentali.
  • Con l’aggiunta di un complex di Minerali tra i quali Zinco, Selenio, Magnesio e Calcio, contribuisce al mantenimento in salute di ossa, capelli, unghie e pelle.

Cimicifuga e pancia gonfia?

La Cimicifuga racemosa, nota anche come Actaea racemosa o “black cohosh” in inglese, è una pianta utilizzata tradizionalmente per alleviare alcuni sintomi legati alla menopausa, come le vampate di calore, l’insonnia e l’irritabilità. Per quanto riguarda la “pancia gonfia” o la distensione addominale, non ci sono prove concrete che la Cimicifuga influisca direttamente su questo sintomo.

Ricorda che integrare erbe o altri rimedi naturali nella tua routine dovrebbe essere fatto con attenzione e sotto la supervisione di un professionista della salute, in particolare se stai già assumendo farmaci o hai condizioni mediche preesistenti.

GRANI DI HERBE

In caso di problematiche di irregolarità intestinale c’è Grani di Herbe di Nutracle; un integratore alimentare in compresse a base di erbe polverizzate di Senna titolata in Sennosidi, Aloe, Frangula titolata in Glucofrangulina, Rabarbaro titolato in Reina, Verbena, Chiodi di Garofano e Prugna, utile a favorire il regolare transito intestinale.

Grani di Herbe è la formulazione perfetta per regolare il transito gastro intestinale, stimolare motilità e la peristalsi, andando a contrasto degli stati di stitichezza e costipazione.

Grazie agli estratti di erbe contenuti, agisce in sinergia per favorire la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali riducendo il gonfiore addominale.

La Senna è infatti il lassativo di origine vegetale più utilizzato in erboristeria ed è indicato nei casi di stipsi, stitichezza e irregolarità intestinali.

All’interno della formula la presenza di Aloe stimola il tratto digerente facilitando la peristalsi svolgendo un’azione emolliente e lenitiva del sistema digerente, come di depurazione dell’organismo.

Il Rabarbaro è indicato invece per aiutare l’apparato digerente nella digestione dei cibi.

ATTENZIONE: Il prodotto è sconsigliato in caso di gastriti, coliti, diverticoliti, appendiciti e in caso di gravidanza.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
1x FIOCCHI CARAMELLO IN REGALO
Arriva a 54.99€ di prodotti aggiunti in carrello