Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello
hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

hb-delivery

Consegna in 24/48 ore

hb-shipping

Spedizione gratuita sopra 34,99

hb-italy

Prodotti di Alta Qualità Made in Italy

hb-payments

Pagamenti Rateizzabili

quanto dura la digestione

Tempi di Digestione: tutto quello che c’è da sapere!

Scienza
Tempo di lettura: 4 minuti
Autore: Isabella Iallonghi
Pubblicato il: 26-09-2023

Quanto dura la digestione degli alimenti? Da cosa dipendono i tempi di digestione? Come si può migliorare la digestione?

La durata del processo digestivo e i fattori che ne influenzano i tempi costituiscono aspetti fondamentali per comprendere il funzionamento del nostro sistema digestivo. Influenzati da una serie di variabili, come il tipo di cibo consumato, lo stato di salute individuale e il livello di attività fisica, i tempi di digestione variano notevolmente da persona a persona. Esplorare questi fattori diventa cruciale non solo per chi pratica sport o si dedica a attività acquatiche, ma anche per chiunque desideri ottimizzare il proprio benessere e prevenire inconvenienti legati alla digestione.

In questo articolo, approfondiremo le dinamiche della digestione, esaminando le influenze che intervengono nel processo e suggerendo pratiche per migliorarne l’efficienza.

Quanto dura la digestione?

Acquisire una comprensione dei tempi di digestione degli alimenti si rivela estremamente vantaggioso, considerando la delicatezza di questo processo e la necessità di rispettarne i ritmi per evitare eventuali congestioni o fastidi gastrici. La variabilità dei tempi di digestione tra individui è influenzata da diversi fattori, tra cui la composizione specifica degli alimenti consumati, la velocità con cui si mastica il cibo, il livello di acidità gastrica e la motilità intestinale.

Prima di esaminare dettagliatamente i tempi di digestione, è opportuno comprendere il funzionamento del nostro apparato digerente.

Come funziona l’apparato digerente?

Il sistema digerente è una complessa rete di organi che collaborano per scomporre il cibo in modo che il nostro organismo possa assorbire gli elementi nutritivi necessari per il suo corretto funzionamento. Questo processo è essenziale per fornire l’energia indispensabile per ottimizzare le funzioni del corpo.

Gli organi che costituiscono l’apparato digerente includono la bocca, l’esofago, lo stomaco, l’intestino tenue, l’intestino crasso, il retto e l’ano. La bocca rappresenta la fase iniziale del processo digestivo, dove il cibo viene masticato e mescolato con la saliva contenente enzimi che avviano la scomposizione dei carboidrati. L’esofago, un lungo tubo muscolare, connette la bocca allo stomaco e durante la deglutizione, i suoi muscoli si contraggono per spingere il cibo nello stomaco.

Lo stomaco, un organo a forma di sacco, funge da serbatoio temporaneo per il cibo, mescolandolo con succhi digestivi. Qui, i muscoli dello stomaco si contraggono per frammentare il cibo, mentre il rivestimento produce acido forte per ulteriori processi di decomposizione. L’intestino tenue, un tubo lungo e arrotolato, rappresenta il sito principale per la digestione e l’assorbimento dei nutrienti, suddividendosi in duodeno, digiuno e ileo.

L’intestino crasso, un tubo più breve, connette l’intestino tenue al retto. Qui, l’acqua viene assorbita dal cibo digerito e i rifiuti vengono immagazzinati prima dell’eliminazione. Il retto costituisce l’ultima tappa del processo digestivo, dove i rifiuti sono temporaneamente immagazzinati prima di essere espulsi dal corpo.

L’intero sistema digerente svolge un ruolo vitale nel corpo umano, garantendo la scomposizione degli alimenti per facilitare l’assorbimento dei nutrienti essenziali e la rimozione dei prodotti di scarto. Come evidenziato, il percorso intrapreso dal cibo è un processo complesso e non rapido, con la sua durata influenzata anche dal tipo di alimenti consumati.

tempi di digestione

Tempi Digestione Alimenti 

Definire con precisione il tempo di digestione degli alimenti è quasi impossibile, in quanto dipende da molteplici fattori, come la tipologia degli alimenti, la quantità e perfino lo stress; è però possibile stimare il tempo di persistenza del bolo alimentare nello stomaco.

In generale, i carboidrati semplici sono i più facili da digerire e possono essere digeriti in soli 30 minuti. I carboidrati più complessi, come quelli presenti nei cereali integrali, richiedono invece più tempo per essere scomposti e possono richiedere diverse ore.

Le proteine sono quelle che richiedono più tempo per essere digerite, la maggior parte di esse impiega dalle quattro alle cinque ore, così come i cibi grassi che richiedono più tempo per essere digeriti rispetto ad altri tipi di alimenti.

Di seguito un elenco di alimenti e dei relativi tempi medi di digestione:

  • Tempo digestione Frutta: 20/40 minuti. Agrumi, anguria e melone possono impiegare solo 30 minuti, frutta più “complessa” come mele, pere, kiwi anche 40 minuti.
  • Tempo digestione Verdure: 30/60 minuti. Le verdure che richiedono più tempo sono quelle amidacee come il mais, le patate e le castagne.
  • Tempo digestione Proteine: Il pesce magro generalmente in 30 minuti viene facilmente digerito, quello più grasso può arrivare a 50 minuti. Il pollo e il tacchino impiegano circa 2 ore per essere digeriti, la carne rossa può impiegare dalle 3 alle 5 ore.
  • Tempo digestione Latticini: dai 90 minuti (latte e formaggi magri) alle 5 ore (formaggi a pasta dura)
  • Tempo digestione Carboidrati: 1/2 ore
  • Tempo digestione Legumi: 2 ore circa
  • Tempo digestione Semi e frutta secca: dalle 2 alle 3 ore, essendo ricche di grassi.

Da cosa sono influenzati i tempi di digestione?

I tempi di digestione sono soggetti a molteplici influenze, coinvolgendo vari fattori oltre al solo tipo di cibo consumato. Questi elementi includono la quantità di cibo ingerito, con pasti abbondanti o più complessi che possono rallentare il processo digestivo, soprattutto se ricchi di condimenti o grassi. Il livello di stress è un altro aspetto rilevante, poiché può interferire con il normale funzionamento del sistema digestivo, potenzialmente causando indigestione, stitichezza o diarrea. Va sottolineato che l’intestino, spesso definito come il “secondo cervello”, è sensibile al nostro stato d’animo, quindi lo stress può avere un impatto significativo sulla digestione.

L’assunzione di farmaci rappresenta un ulteriore elemento da considerare, con alcuni farmaci, come gli antiacidi, che possono ritardare lo svuotamento dello stomaco, influenzando così i tempi digestivi. L’età è un fattore da non trascurare, poiché con il passare degli anni i movimenti peristaltici diminuiscono, contribuendo a estendere la durata complessiva del processo digestivo. Infine, patologie come gastrite, ernia iatale, allergie o intolleranze possono altresì influire significativamente sui tempi di digestione, rendendo necessaria un’attenzione particolare alle esigenze individuali del sistema digestivo.

5 consigli per migliorare la digestione

Migliorare la digestione degli alimenti è possibile! Vediamo come con questi 5 consigli:

1. Mangiare lentamente e masticare molto bene duranti i pasti aiuta il processo digestivo. Il tempo richiesto agli organi dell’apparato digerente per sminuzzare gli alimenti diminuirà notevolmente, rendendo più veloce la digestione.

2. Evitare gli alimenti trasformati: Gli alimenti trasformati sono spesso ricchi di grassi non salutari, di zuccheri aggiunti e di sodio. Possono essere difficili da digerire e possono contribuire a problemi digestivi.

3. Preferire cotture semplici e non esagerare con i condimenti grassi.

4. Rimanere idratati: Bere molti liquidi è importante per la salute dell’apparato digerente. I liquidi infatti, aiutano ad ammorbidire le feci e a mantenere in movimento l’apparato digerente. Le linee guida consigliano almeno 2 litri d’ acqua al giorno.

5. Fare esercizio fisico regolare: L’esercizio fisico è utile per la salute generale, compresa la digestione; l’esercizio fisico può aiutare a stimolare i movimenti intestinali e ad alleviare la stitichezza.

Prova a seguire questi consigli per migliorare la tua digestione, in caso dovessi riscontrare problemi di eccessiva lentezza del processo digestivo, ti consigliamo di parlare con il tuo medico di fiducia per capire quale potrebbe essere la causa.

consigli per una buona digestione

Grani di Herbe

In caso di lentezza intestinale, per te c’è Grani di Herbe, un Integratore alimentare a base di Senna, Frangula, Rabarbaro, Prugna e Aloe, utile a favorire il regolare transito intestinale.

Grani di Herbe è la formulazione perfetta per regolare il transito gastro intestinale, stimolare motilità e la peristalsi, andando a contrasto degli stati di stitichezza e costipazione.

Grazie agli estratti di erbe contenuti, agisce in sinergia per favorire la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali riducendo il gonfiore addominale.

All’interno della formula la presenza di Aloe stimola il tratto digerente facilitando la peristalsi svolgendo un’azione emolliente e lenitiva del sistema digerente, come di depurazione dell’organismo; il Rabarbaro è indicato invece per aiutare l’apparato digerente nella digestione dei cibi.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante.
Tutti i claims associati ai nostri prodotti sono ricavati da:
– DM 10 Agosto 2018 Preparati Vegetali
– Regolamento UE n. 432_2012 della Commissione
– Regolamento CE n. 1924_2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Articoli correlati

Extra Sconto del 10%

Iscriviti adesso alla Newsletter, ti regaliamo
un codice sconto del 10% da utilizzare al tuo primo acquisto.

Riceverai periodicamente promozioni riservate e sconti pazzeschi!

Ottieni lo sconto extra adesso

Siamo spiacenti, ci sono problemi con l'invio del modulo.
Riprova più tardi.

plane

Possiamo aiutarti?
Contattaci

ct-call

Chiamaci al
351 969 3267

ct-mail

Scrivici all’indirizzo
servizioclienti@mylabnutrition.net

ct-chat

Chatta
con un operatore

Omaggi extra per te
Aggiungi prodotti in carrello per sbloccare i tuoi preferiti!
2x BIOTINKER IN REGALO
Arriva a 79.99€ di prodotti aggiunti in carrello